La Gazzetta della BD – 28 dicembre 2017 –

0
Tutto quello che accade in Francia e Belgio a tema BD

Le Edizioni Tanabis continuano con un nuovo volume dedicato alle opere di Paul Kirchner.

Piangiamo la scomparsa di Annie Goetzinger.

Poi una mostra sul femminismo nella Città di Nantes e due news direttamente dal mondo di Spirou e Tintin.

05 – Paul Kirchner è conosciuto in Europa per la sua striscia The Bus

Interpretando la cultura e i miti americani in un modo personale e libero l’artista ci porta alle frontiere della fantasia occidentale e le Edizioni Tanibis, grazie a queste “opere scelte”, ci consentono di coglierne l’originalità.

Dopo i due volumi della striscia The Bus pubblicati nel 2012 e nel 2015, è il suo lavoro meno conosciuto in Europa ad avere l’onore di una edizione così curata. Progettato dallo stesso autore, in piena collaborazione con l’editor Claude Amauger, questa antologia non esaustiva presenta fumetti creati dagli Anni Settanta al 1980, da una parte, e dal 2012 dall’altra.

Assistente di Tex Blaisdell e Wally Wood negli anni ’70, Paul Kirchner pubblicò rapidamente i suoi libri a fumetti, in particolare su High Times e Heavy Metal. Ha anche disegnato circa 40 cover per la rivista pornografica Screw, sotto lo pseudonimo di Kurt Schnurr. Il suo personaggio più notevole e iconico è Dope Rider, uno scheletro a suo agio a cavallo come in Harley Davidson e un grande fan della marijuana.
Paul Kirchner lasciò da parte i fumetti, concentrandosi principalmente sulla pubblicità. Lo spiega nella lunga postfazione che ha scritto espressamente per In attesa dell’Apocalisse. Tuttavia, è tornato al suo primo amore nel 2012, facendo rivivere Dope Rider. Murder by Remote Control, un romanzo grafico pubblicato nel 1986 (ma ancora non pubblicato in francese) e di cui Paul Kirchner è il coautore con Janwillem van de Wetering, è uno dei motivi di questa lunga eclissi. Il disegnatore è diventato quindi graphic designer e scrittore, lavorando per esempio nei documentari.

telegra_promo_mangaforever_2