La Torre Nera: Stephen King ignorato durante la produzione del film

0
Il film è disponibile in home video.

Intervistato da Entertainment Weekly, Stephen King, autore della saga letteraria fantasy de La Torre Nera, è tornato a parlare del flop della trasposizione cinematografica: “Ho apprezzato tutti quelli coinvolti nel film e mi sono piaciute alcune scelte di casting. Ho apprezzato il produttore Modi Wiczyk, il regista, tutti. Sto sempre attento a quello che dico.”

“Il problema principale è che lo studio ha imposto il PG-13. Doveva essere un film di forte richiamo. Volevamo assicurarci che attirasse in sala dai dodicenni ai trentacinquenni.”

“Quindi doveva essere PG-13 e, quando l’hanno fatto, credo abbiano perso molto nerbo. La gente l’ha visto e ha detto: ‘Non è niente di nuovo.'”

“Hanno deciso di cominciare dal centro della storia. Io avevo dei dubbi, glieli ho espressi ma non è servito a nulla.”

“Quando il team creativo che dovrà realizzare il film ha preso una decisione, cercare di fargli cambiare idea è come colpire la gomma. Non ti fai male ma non ottieni niente. Pensavo che il pubblico sarebbe rimasto confuso.”

A proposito della serie tv prequel: “Potrebbe essere realizzata.”

Come precedentemente riportato, dovrebbe trattarsi di un reboot.

La saga letteraria della Torre Nera è il fulcro attorno al quale ruotano tutti gli universi narrativi di Stephen King ed è costituita da sette romanzi, il primo dei quali, L’ultimo Cavaliere, è uscito nel 1982. La serie conta inoltre lo spin-off La Leggenda del Vento e il racconto breve Le piccole sorelle di Eluria, pubblicato nell’antologia Tutto è fatidico. Le trasposizioni a fumetti sono edite dalla Marvel.

telegra_promo_mangaforever_2