Marvel: una sottoetichetta per i film “vietati ai minori”?

Pubblicato il 20 Dicembre 2017 alle 11:40

Ancora tutti da definire i piani Disney per i franchise acquisiti grazie all’accordo con Fox.

L’accordo miliardario tra Disney e Fox per il passaggio di quest’ultima al colosso ha scatenato l’entusiasmo di tutti i fan Marvel, che non vedono l’ora di vedere franchise come gli X-Men, I Fantastici 4 e Deadpool controllati dai Marvel Studios. In ogni caso, il passaggio potrebbe non essere immediato e nemmeno così facile come si potrebbe pensare.

Se pensiamo solamente al tono di due tipici film Fox come Deadpool e Logan, vediamo come questo non si sposi con quello classico dei film Disney, né con quelli dei Marvel Studios considerando anche il divieto ai minori. Come fare dunque, snaturare franchise che hanno avuto un riscontro positivissimo al Box Office, o modificare la strategia commerciale consolidata da anni in Disney?

La soluzione potrebbe essere in una via di mezzo: come successo nel 1998 nel mondo dei fumetti con Marvel Knights (con Quesada libero di trattare personaggi più “oscuri” come Daredevil e The Punisher), si potrebbe creare una sottoetichetta in modo da lasciare i produttori liberi di interpretare le varie situazioni, senza dover risentire dei dettami aziendali. Considerando il passato Disney con film vietati ai minori, questa soluzione risulta essere la più consona. Anche se ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che i piani per i franchise Fox vengano svelati.

(via CBR)

TAGS

Articoli Correlati

Nel giorno dell’Investor Day a Dicembre 2020, il presidente dei Marvel Studios e CCO di Marvel Entertainment...

08/05/2022 •

13:00

Al San Diego Comic-Con del 2019, i Marvel Studios hanno annunciato il Film Doctor Strange In The Multiverse Of Madness,...

08/05/2022 •

12:48

Dopo il brusco ma temporaneo licenziamento di James Gunn da parte della Walt Disney Company, e la sua successiva...

08/05/2022 •

11:49