Pan, nella serie di Dragon Ball GT, era stata pensata per avere un ruolo specifico.

Pan, la nipotina di Goku e figlia di Gohan e Videl, è uno dei personaggi di spicco di Dragon Ball GT, la serie animata non ufficiale realizzata dopo la conclusione di Dragon Ball Z, e nonostante abbia ereditato lo spirito guerriero dei Saiyan non ha mai raggiunto la forma del Super Saiyan.

Il produttore esecutivo di Dragon Ball GT, Kozo Morishita, ha tenuto un’intervista nella quale ha svelato dei dettagli in merito e specificato perchè la Saiyan non sia riuscita a raggiungere lo stadio dai capelli dorati. Kazenshuu l’ha pubblicata e tradotta, pertanto ecco le parole del produttore quando gli è stato chiesto il perchè è stato scelto che la ragazza evitasse quello stadio.

In Dragon Ball GT c’è un episodio nel quale Pan è trasformata in una bambola, ma quello stesso episodio era pensato per stabilire la logica secondo la quale Goku deve risolvere i problemi scatenati dalla nipotina. Se Pan avesse raggiunto quello stadio, allora la logica imposta e il suo ruolo sarebbero stati vani. Tuttavia, se quell’episodio fosse stato collocato più avanti, probabilmente avremmo assistito anche alla sua trasformazione in Super Saiyan“.

Poco male. D’altro canto se Dragon Ball Super, o un prossimo progetto Dragon Ball futuro, dovesse condurre gli eventi in un momento temporale più avanzato rispetto alla fine del manga originale, Pan crescerebbe e chissà che anche lei non dia sfogo al suo DNA Saiyan, come si sta effettivamente verificando negli ultimi episodi di Dragon Ball Super con i guerrieri del 6° e 7° Universo.

Fonte: CB

telegra_promo_mangaforever_2