Un profondissimo colpo di nostalgia nel recente episodio di Boruto: Naruto Next Generations dal momento che il maestro Kakashi propone il test dei campanellini a Boruto e compagni.

Gli esami di diploma per Boruto e i suoi compagni di classe sono ufficialmente e cominciati e, se si decide che la prova pratica sia somministrata da Kakashi Hatake e che preveda la famosa prova dei campanellini, vuoi che non ci siano tanti riferimenti alla prima serie di Naruto, scritta e disegnata dal maestro Masashi Kishimoto?

Prima di tutto, i nuovi aspiranti ninja hanno superato la prova scritta dell’esame per poi passare a quella pratica che è contornata da un grande discorso dai maestri in merito alla mortale e pericolosa vita da ninja. Infatti, Boruto e gli altri stavano pesantemente prendendo sottogamba il ruolo da shinobi, ma l’ex Sesto Hokage, Kakashi, arriva per instillare nelle loro menti il vero significato del ruolo di un guerriero.

Il Sesto, dopo aver parlato e svelato le regole della prova, dichiara che di campanellino ce n’è solo uno e che, oltre a lui, dovranno prima fare i conti con altri maestri, ovvero con Konohamaru, Anko e Shino.

La prova ha inizio e Boruto è il primo a dirigersi contro Kakashi, da solo. Da questo momento in poi sarà una continua carrellata di riferimenti a Naruto.

La carica di Boruto per agguantare il campanellino è iniziata, ma il primogenito dell’attuale Hokage pian piano comincia a commettere gli stessi errori di Naruto quando era ancora un giovanotto. Prima di tutto, nonostante Kakashi sia visibilmente meno reattivo rispetto ai tempi d’oro, Boruto crede fin troppo nelle sue sole capacità e attraverso queste pensa di vincere in pochi attimi, ma così non è.

Infatti, Boruto ricorre alle tecnica della moltiplicazione per poter fermare alle spalle il maestro per poi attaccarlo liberamente con un colpo frontale. Ci sono anche momenti in cui, grazie ad una strategia accurata e ad una preparazione che lo rende più forte di Naruto quando quest’ultimo aveva la sua età, il ninja quasi raggiunge l’obiettivo, per poi fallire sul più bello.

La stessa situazione era capitata con Sasuke, quando, nonostante l’Uchiha fosse preparato e ad un passo dalla vittoria, sul più bello perde per eccessiva sicurezza e per mancanza di strategia di squadra.

Boruto, quindi, è costretto a cadere sotto i colpi di Kakashi e sotto le sue sentenze. L’Hokage essendo molto più saggio e con esperienza alle spalle, elogia il figlio di Naruto, ma svela che non può diventare un ninja. Le medesime parole furono rivolte al suo team 7 quando Kakashi era un semplice jonin.

In questo collage, ecco tutti i riferimenti dell’ultimo episodio di Boruto con quelli di Naruto:

Ricordiamo che presto avrà inizio la trasposizione animata del film di Boruto: Naruto the Movie nella serie animata, e saranno inclusi contenuti inediti ideati da Masashi Kishimoto non presenti nel film a causa delle restrizioni dovute al metraggio.

BORUTO: Naruto Next Generations è disegnato da Mikie Ikemoto (assistente di Kishimoto durante la serializzazione di NARUTO) e scritto da Ukyo Kodachi (assistente di Kishimoto durante la realizzazione della sceneggiatura del film di “Boruto: Naruto the Movie”) con la supervisione di Masashi Kishimoto il quale si occupa anche di essere l’editor. L’opera si pone come seguito al manga “NARUTO”. Attualmente sono stati pubblicati 18 capitoli, e i primi 11 sono raccolti in 3 volumi. Il  è disponibile dal 2 novembre.

Tre romanzi sono basati sul franchise di Boruto: Naruto Next Generations. Il primo è disponibile in Giappone dal 2 maggio; il secondo, invece, dal 4 luglio; il terzo è disponibile dal 4 settembre; il  è disponibile 2 novembre 2017.

In Italia, il primo volume del manga è stato pubblicato il 2 novembre sotto l’etichetta di Planet Manga.

La serie animata omonima, prodotta da Studio Pierrot, è in corso d’opera dal 5 aprile 2017 e attualmente sono stati trasmessi 36 episodi su TV Tokyo.

telegra_promo_mangaforever_2