Zack Snyder aveva intenzione di inserire durante i crediti di chiusura le Lanterne Verdi Tomar-Re e Kilowog in visita a Bruce Wayne per avvertirlo di Darkseid. A questo sono da aggiungere scene mostrate in trailer e spot TV che però non sono state incluse nel film e scene mostrate in questi stessi trailer e spot TV che hanno lo stesso filmato ma dialoghi diversi

Come riportato da The Wrap alcuni giorni fa, tra Zack Snyder, Joss Whedon e Warner Bros. c’erano molti “chef” diversi che mescolavano gli ingredienti dietro le quinte della produzione di Justice League. Tuttavia, nuove informazioni via Reddit e grazie al podcast Fatman on Batman di Kevin Smith [andate al 1:57:48] sembrano confermare la AMA su Reddit di un presunto tecnico VFX che ha lavorato su Justice League.

Infatti numerose scene sono state tagliate o modificate, tra le quali anche una scena finale che aveva come protagonista Cyborg, che sarebbe dovuto morire per mano di Steppenwolf.

Una delle questioni sul futuro del DCEU è poi incentrata su quello che è successo a Steppenwolf alla fine del film. Già in una precedente news  avevamo riportato una dichiarazione di Kevin Smith riguardo al taglio di una scena con protagonista Steppenwolf e alla scena in cui Darkseid lo uccideva per il suo fallimento.

Ora sembra vi sia anche la risposta riguardo alla motivazione ed alla ragione per cui Steppenwolf fosse sulla Terra. Sembra che la scatola madre contenga davvero l’essenza della madre di Steppenwolf, Heggra. Con Darkseid e Steppenwolf che si scambiano i posti nella relazione di zio-nipote che hanno nei fumetti, Heggra diventa la madre di Steppenwolf invece di sua sorella nel DCEU.

Sembra che unire le scatole madri consenta a Steppenwolf di comunicare con sua madre morta e scatenare un potere abbastanza forte da permettere a Steppenwolf di rovesciare suo zio come governatore di Apokolips. Questo è apparentemente il motivo per cui Steppenwolf si riferisce alla scatola madre semplicemente come “madre” in alcune scene.

Sembra che la sua battuta originale nello spot televisivo che per primo lo ha rivelato fosse: “Nessun protettore qui. Nessuna Lanterna. Questo mondo cadrà. Sarai libera, madre”.

Se a questo sommiamo le interviste degli attori del film sulle scene che sono state tagliate in sala di montaggio (un membro del pubblico durante la registrazione del podcast di Smith dice di aver visto una prima proiezione per il pubblico che corrisponde a quanto segue), abbiamo abbastanza indizi per ricostruire un film leggermente diverso e sicuramente più lungo.

Tutte le informazioni sopra menzionate combaciano dunque per fornire un potenziale sguardo definitivo su ciò che Zack Snyder aveva inizialmente inteso in quanto sembra che ci siano stati diversi tagli del film a seguito di visioni programmate con spettatori diversi e scelti da WB, prima del taglio finale che è stato consegnato ai cinema per la distribuzione ufficiale.

 

 
telegra_promo_mangaforever_2