Justice League: proibito in Libano per la presenza di Gal Gadot come Wonder Woman

0
Lo scorso anno, il Libano ha proibito la proiezione di Wonder Woman sul suo suolo nazionale perché la protagonista del film Gal Gadot, ha prestato servizio per due anni come soldatessa delle Forze di Difesa Israeliane. Quest’anno è toccato a Justice League, poiché anche in questo film Gal Gadod torna nei panni di Wonder Woman.

Quando Gal Gadot ha prestato servizio nelle Forze di Difesa Israeliane era il 2006. Nello stesso lasso di tempo, Israele era in guerra con il Libano, una delle tante guerre e conflitti nei quali sono stati coinvolti questi Stati nemici nel corso di diverse decadi.

La campagna degli attivisti del movimento BDS (Boycott, Divestment and Sanctions) ha come fine, fra gli altri, quello di fare pressione sullo Stato di Israele affinché abbandoni i territori palestinesi, per cui lo scorso anno si è scagliata contro Wonder Woman, la cui protagonista principale è una donna israeliano che ha militato nell’esercito di Israele.

Questa campagna è di nuovo esplosa contro Justice League, la cui proiezione in Libano era in programma per questa settimana: gli attivisti hanno fatto pressione sul governo libanese e uno di loro, Pierre Abi Saab, ha accusato i promoter del film di ignorare le leggi del Libano, secondo le quali sono fuori legge tutte le forme di normalizzazione dei legami con Israele.

L’uomo si è così rivolto al Ministro degli Interni del Libano per chiedere che la proiezione di Justice League fosse proibita nello Stato. Da pochissimo, è giunta la notizia che questa campagna ha avuto nuovamente successo e che, dunque, i fan di Justice League che risiedono in Libano non potranno vedere il film al cinema.

Fonte: BC.

telegra_promo_mangaforever_2