One-Punch Man: ONE parla del successo del manga e della creazione di Saitama

0
ONE condivide il successo di One-Punch Man con una persona in particolare e dipinge Saitama come il protagonista fuori dagli schemi.

Nel corso di una recente intervista a ONE, il creatore originale della versione web e sceneggiatore di quella cartacea del manga One-Punch Man, tenuta dal Young Sunday, l’autore ha avuto modo di parlare del suo manga e del grande successo che ha riscosso in breve tempo anche al di là del Giappone, laureandosi così come un’opera rivelazione.

In particolare, quando l’intervistatore gli ha fatto presente che talvolta, almeno negli Stati Uniti, One-Punch Man ha superato One Piece nelle vendite, ONE ha risposto con le seguenti parole:

Sì, ne ho sentito parlare anche io. Ho sentito che in base alla settimana o al giorno di pubblicazione, le vendite di One-Punch Man schizzano al primo posto nelle classifiche. Tuttavia, non sono a conoscenza degli dettagli“.

L’intervistatore è andato anche un po’ oltre con le sue considerazioni, scherzando chiaramente, comparando One-Punch Man con la Bibbia. ONE si è sentito sicuramente onorato, ma ha immediatamente dichiarato che deve assolutamente condividere la popolarità del franchise con un’altra persona a lui cara, ovvero a Yusuke Murata.

Murata è il maestro dietro i disegni dell’opera cartacea di One-Punch Man. Infatti, ONE ha creato la storia di base e l’ha resa famosa attraverso il web, ma Murata è colui che l’ha condotta alla corte di Shueisha.

Devo ammettere che il contributo di Murata-sensei è stato determinante per il successo della serie”, ha dichiarato ONE.

In più, nel corso della stessa intervista, l’autore ha svelato i dettagli dietro la creazione del personaggio Saitama, ovvero il protagonista principale del manga. Ecco le parole nel dettaglio di ONE quando gli è stato chiesto cosa ha pensato e come gli è balzata in mente l’idea di creare un personaggio riuscito come quello di Saitama:

Partendo dalla forza immensa di Saitama, volevo creare un personaggio che si differenziasse dagli altri personaggi principali già presenti nella scena dei manga di combattimento. Inoltre penso che sia interessante perchè Saitama parte come un eroe estremamente potente sin dal primo capitolo e sembrava che quest’ultimo fosse esattamente come normalmente sarebbe quello finale. Saitama è fuori dai clichè dei personaggi principali perchè è già al massimo livello fin da subito e questa condizione generalmente è introvabile nelle altre storie se non nel finale.

ONE ha giustificato questa scelta svelando che ci sono protagonisti manga che superano le avversità attraverso l’esperienza e la conoscenza, ma ONE non voleva scrivere questo personaggio, bensì uno che risolve i problemi tirando pugni.

Tuttavia, normalmente per creare un manga bisogna anche ideare un carattere e una storia sul personaggio, un intreccio che lo renda interessante e, sopratutto, che lo renda protagonista. L’autore avrebbe dovuto pensare a qualcosa per adattare Saitama alla storia perchè non sempre i pugni sono quanto basta per superare i problemi. Ma One, nell’universo di One-Punch Man, è riuscito a creare un Saitama che è capace di adattarsi alla vita e al mondo che lo circonda soltanto grazie al suo immenso potere.

L’autore ha svelato che gli unici problemi che affronta Saitama sono banali, come correre quando ci sono i saldi.

One-Punch Man è un manga scritto da One e disegnato da Yusuke Murata sulla rivista Weekly Young Jump (Shueisha). Con 83 capitoli pubblicati a cadenza quindicinale, i primi 75 sono raccolti in 14 volumetti. In Italia, il manga è edito da Planet Manga con 10 volumi pubblicati.

Il manga ha ispirato una serie animata, composta da 12 episodi, andata in onda dal 4 ottobre al 20 dicembre 2015. In Italia, grazie alla Dynit, è stata trasmessa in contemporanea col Giappone, con sottotitoli, sulla piattaforma streaming VVVVID. Dal 12 gennaio 2016 la versione doppiata in italiano dell’anime è trasmessa in streaming sulla stessa piattaforma.

Una seconda stagione è stata annunciata per il 2017 ed è in produzione presso lo studio J.C. Staff.

Fonti: CBCB