Resident Evil VII: Capcom spiega come abbia tratto ispirazione da La Casa

0
Koshi Nakanishi e Peter Fabiano della Capcom hanno presentato un nuovo video incentrato sul processo creativo che ha infine portato alla realizzazione di Resident Evil VII.

Gli ultimi titoli della saga di Resident Evil hanno introdotto uno stile più shoot-em-up che survival horror puro, e anche se alcuni giocatori hanno apprezzato questo cambiamento, una parte del “fattore paura” si è pers nel processo.

Tutto questo è però cambiato, grazie a Resident Evil VII, in cui all’abbondanza di proiettili e a una ambientazione aperta sono state sostituite da un impianto claustrofobico e da risorse limitate. E quando si è trattato di introdurre nel gioco degli elementi horror, La Casa è stato uno dei punti cardine e di maggiore ispirazione per quanto riguarda la struttura che Capcom voleva dare a Resident Evil VII.

Peter Fabiano ha messo in luce i punti di contatto fra Resident Evil VII e il film cult di Sam Raimi La casa:

  • i personaggi sono 5;
  • la location è una casa abbandonata, in cui i protagonisti sono confinati;
  • i set usati sono angusti e non sono presenti aree molto vaste in cui potersi muovere.

Per questi motivi, Resident Evil VII sembra quasi un ritorno alle origini della saga e alle sue radici horror, senza però rinunciare a un nuovo approccio: molti dei personaggi classici non sono infatti presenti, se si fa eccezione per Chris Redfield, che avrà un DLC interamente dedicato a lui, Not a Hero, la cui uscita è prevista per il prossimo 12 dicembre. Anche la modalità di gioco in terza persona non è più presente, sostituita dalla prima, strumentale all’adattamento del gioco per la realtà virtuale.

Potete trovare il video completo qui di seguito:

Fonte: CB.

telegra_promo_mangaforever_2