In Giappone una società paga i dipendenti se sposano personaggi degli anime

0
Una società giapponese di ricerche tecnologiche, Gatebox Lab, è interessata nell’assunzione di personale che prova profondi sentimenti amorosi per i personaggi 2D, e quindi anche per quelli degli anime, pagando una cifra extra se decidessero anche di sposarli.

Secondo quanto riportato da Nico Nico News, la società giapponese di ricerche tecnologiche, Gatebox Lab, è disposta ad accreditare in busta paga 5,000 Yen in più (circa 40,00 Euro) a tutti i dipendenti che decidono di intraprendere la vita coniugale con un personaggio degli anime che amano.

Il motivo dominante di tale scelta è perchè Gatebox Lab è interessata nell’assunzione di personale che prova profondi sentimenti amorosi per i personaggi 2D.

In più, per rendere tutto il più reale possibile nell’inverosimile, la società distribuisce attraverso il proprio sito web ufficiale anche un modulo per registrare l’annuncio del matrimonio. Il Governo giapponese non riconoscerà il matrimonio, ma la società lo farà. Ecco come si presenta il modulo:

Il modulo chiede ai due “futuri coniugi” di riportare le memorie di come si sono incontrati, i loro ricordi più belli e specificare dove c’è stata la proposta di matrimonio.

E non è tutto, infatti la società permetterà ai coniugi di ottenere un giorno di pausa dal lavoro per permettere allo sposo e alla sua amata 2D (o viceversa) di celebrare una festa. Ovviamente se bisogna programmare un grande progetto come il matrimonio, bisogna pensare ad ogni minimo dettaglio.

Infine, oltre ai personaggi degli anime, Gatebok Lax permetterà anche matrimoni con personaggi 3D ma che appartengono ad un universo alternativo, quindi non umani, elfi, bestie e altri generi di personaggi fantascientifici.

Fonte: Kotaku

 

telegra_promo_mangaforever_2