L’autore Ta-Nehishi Coates propone una nuova, inaspettata versione delle origini dell’avanzatissimo stato dell’Africa…

Dal sito bleedingcool veniamo a conoscenza di nuove, inaspettate vicende sulle pagine di Black Panther #167, fumetto che uscirà in questi giorni negli USA.

ATTENZIONE LA SEGUENTE NEWS CONTIENE SPOILER!!!

L’autore Ta-Nehishi Coates sul comic scava nel passato del regno di T’Challa, mostrando come lo stato africano sembrerebbe essere stato fondato sulla violenza, la discriminazione e l’appropriazione di terre già abitate…

Ma andiamo con ordine: nelle ultime avventure di Black Panther, il Wakanda è sotto attacco da parte di alcune creature mutate,probabilmente a causa del Vibranio presente nella Terra africana, chiamate Originators. Ma su Black Panther #167, veniamo a conoscenza della vera origine di questo strano popolo…

Gli Originators erano infatti gli abitanti originali del Wakanda. Il popolo di T’Challa,invece, era in antichità una tribù di nomadi che  decise di stabilirsi in quelle stesse terre. Questi colonizzatori iniziarono, per motivi ancora poco chiari, a dare fuoco al territorio scatenando l’ira degli Originators, e dando così inizio a una guerra. Gli antenati di T’Challa risultarono vincitori e bandirono dalle terre Wakandiane le creature che la abitavano…

In questo modo, il tecnologico regno del Wakanda sembra essere fondato sull’espropriazione, la violenza e il sangue. Una verità, fino ad ora, tenuta nascosta dai regnanti Wakandiani.

Significative le parole che vedete nella tavola qui mostrata: “Oh, mio caro Seeker…davvero potevi credere che una grande nazione possa essere costruita senza nessun popolo sottomesso?”

Sicuramente il fumetto ci mostra il Wakanda da un nuovo, inquietante punto di vista… Non ci resta che seguire la serie per avere nuove informazioni.

telegra_promo_mangaforever_2