Flashbook Edizioni annuncia il survival horror Igai – The Play Dead/Alive

0
Il seinen manga a la The Walking Dead è in corso dal 2014 sulla rivista Comic Ryu della casa editrice Tokuma Shoten.

Nel corso di una intervista ai colleghi di MangaDB, Claudia Saetti, coordinatrice editoriale di Flashbook Edizioni, ha annunciato che la casa editrice bolognese pubblicherà il manga survival horror Igai – The Play Dead/Alive di Tsukasa Saimura — in corso di pubblicazione giapponese sulle pagine della rivista Comic Ryu della casa editrice Tokuma Shoten (7 volumi in corso).

Il manga, che segue le vicende di un trio di amici che si ritrovano nel bel mezzo di una apocalisse zombie scolastica, viene così presentato dalla signora Saetti:

“Pur confezionato con un vestito action, IGAI non ha come centro le scene splatter, che pur ci sono, ma bensì, come detto, la reazione psicologica degli uomini di fronte a uno sconvolgimento inimmaginabile. L’autore, quindi, punta la sua lente di ingrandimento nei protagonisti – normali studenti alle prese con i problemi tipici dell’adolescenza: studio, aspirazioni lavorative, amore… – che di punto in bianco vedono i loro amici diventare i loro peggiori nemici, i loro genitori cercare di mangiarseli… capire cosa sta succedendo, organizzarsi e nel mentre – se possibile – sopravvivere. Ci mostra il loro shock, le loro reazioni, e tutto il percorso verso la presa di consapevolezza, la rassegnazione, la voglia di sopravvivere.

Andando nel dettaglio di IGAI, sfogliando le prima pagine potremmo pensare di trovarci in un tipico, classico, manga horror survivor a tema zombie.
I tre protagonisti, Akira, Umezawa e Kurumi sono IL Trio. Amici da sempre, incastrati nel più classico dei triangoli amorosi mai rivelati. Un giorno il loro mondo semplice fatto di problemi banali viene sconvolto quando a scuola, senza preavviso alcuni studenti impazziscono iniziando a divorare i proprio compagni che iniziano a fuggire qua e là in preda al panico, d’istinto… tra amici uccisi e feriti che diventano loro stessi mangiauomini.
I nostri 3 quindi hanno come obiettivo primario quello di salvare le proprie vite aiutandosi.
E fin qui nulla di nuovo sotto il sole.

Senonché dopo poco si scopre che la trasformazione in zombie è temporanea. Dopo poco gli studenti zombificati incredibilmente tornano normali sia nell’aspetto che nella mente, lucida… senza memoria di ciò che hanno fatto.
Come una sorta di bipolarismo, non è finita qui: ciclicamente e senza preavviso o previsione possibile questi stessi tornano nello stato zombie, tornano affamati di carne umana senza intelletto.
Non siamo quindi di fronte a morti che tornano in vita, ma a una sorta di infezione in stile The Last of Us.”