Questo fan film è la prova che è possibile creare un live action di qualità ispirato ad un manga: creato da sviluppatori indipendenti e non da Hollywood. Questo è Dragon Ball Z: Light of Hope, buona visione!

Dopo aver pubblicato l’episodio pilota nel 2015 e un altro trailer, il più recente, nel 2017 (che potete trovare qui), i geniali sviluppatori indipendenti Robot Underdog hanno finalmente pubblicato, integralmente e gratuitamente attraverso il canale ufficiale YouTube, il fan film live action Dragon Ball Z: Light of Hope diretto da Donnie McMillin e Rita McMillin in associazione con Z Team Films e Loco Motion Pictures.

Il fan film ricrea lo speciale televisivo originale del 1993 de “La Storia di Trunks”. In quel momento, nella Terra del Futuro, Goku e gli altri guerrieri Z sono deceduti a causa dell’arrivo dei temibili Androidi Numero 17 e 18. Questa è la storia di Gohan e Trunks che combattono per sopravvivere contro gli Androidi. Eccolo qui di seguito, buona visione:

Dragon Ball Z: Light of Hope è una serie live action senza scopo di lucro ed è creata esclusivamente da appassionati che hanno provato, con poco più 30 minuti, che è possibile creare un lungometraggio con attori reali basato su un manga.

Le azioni e i combattimenti sono molto coinvolgenti. L’intreccio è fedele alla storia originale e, nonostante non sia creato dalla pregiate mani di Hollywood (e forse è meglio così constatando il flop di Dragon Ball Evolution), la passione e il lavoro profuso da dei semplici appassionati di manga e videomaker (e quanto è importante il fattore di essere un fan) rende il progetto e il lavoro finale un’esperienza da guardare assolutamente.

Il cast è così composto:

  • Gohan : interpretato da Kenny Leu;
  • C-17: interpretato da Tyler Tackett;
  • C-18 : interpretata da Amy Johnston;
  • Trunks : interpretato da Ruthann Thompson;
  • Bulma : interpretata da Jack Wald.

Akira Toriyama è menzionato nei riconoscimenti come creatore del franchise.

 

telegra_promo_mangaforever_2