Una recente intervista, che sarà pubblicata nel corso del mese corrente in Giappone, ha intercettato Akira Toriyama per cercare di fare chiarezza sul suo coinvolgimento nello scandalo “Paradise Papers”.

La scorsa settimana abbiamo riportato che, secondo diversi report accreditati e non infondati, il famoso autore dietro i successi dei manga Dragon Ball e Dr. Slump, ovvero Akira Toriyama, sarebbe stato citato nello scandalo di evasione fiscale internazionale conosciuto come “Paradise Papers” (qui per i dettagli sulla vicenda).

Nei primi report Toriyama, in merito al coinvolgimento nello scandalo, aveva dichiarato che a causa del suo programma lavorativo frenetico, ha messo da parte le questioni fiscali per affidarle ad altri, quindi non aveva nulla da dire in proposito.

Quest’oggi, tuttavia, abbiamo degli aggiornamenti che arrivano direttamente dal numero di novembre della rivista giapponese Flash Magazine. I giornalisti del magazine nipponico avevano preso di mira l’abitazione di Toriyama e, nel momento in cui si è recato fuori per gettare la spazzatura, lo hanno intercettato e hanno subito cominciato a chiedergli chiarimenti e pareri in merito alla seria vicenda che lo vedrebbe coinvolto (quanto state leggendo proviene direttamente da un report effettuato dall’utente di Twitter, Todd Blankenship, e possiamo considerarlo autentico dal momento che è sempre accreditato sull’attualità di Dragon Ball).

Le domande si sono poi trasformate in una vera e propria intervista che è stata pubblicata nel magazine, e i giornalisti gli hanno domandato se l’autore avesse davvero investito denaro nella società americana specializzata nella vendita beni immobiliari al fine di evitare di pagare le tasse. Ecco la risposta di Toriyama:

Io non mi occupo affatto delle mie questioni finanziarie perchè oggi permetto che siano altri a pensarci. Al fine di concentrarmi sul mio duro lavoro, lascio le questioni finanziarie e fiscali ad altre persone“.

I giornalisti non si sono arresi e gli hanno chiesto direttamente se l’autore avesse ricevuto proposte in merito all’investimento di paradisi fiscali, rispondendo che non era stato qualcosa deciso da lui e che, talvolta, gli dicevano (i suoi consulenti fiscali) semplicemente che avrebbe dovuto firmare qualcosa.

Infine, Toriyama ha deciso di congedarsi con queste parole quando gli è stato chiesto se avesse ricevuto report dal suo commercialista fiscale:

“Si, ma non ho fatto nulla di sbagliato ed è acqua passata adesso. In più, io non ci capisco molto in materia fiscale e di finanza, perciò mi hanno consigliato di non dire nulla anche se me la gente me lo avesse chiesto. Mi dispiace”.

In allegato all’intervista è stata pubblicata anche una foto recente del maestro Toriyama mentre risponde alle domande:

Le parole velate e criptiche di Toriyama non lasciano trasparire la chiarezza della situazione. L’autore pensa di non aver commesso nulla di sbagliato e che ormai è acqua passata. Questo vuol dire che qualcosa c’è davvero stato in passato? Certo, l’autore non va senz’altro difeso a spada tratta anche se ha scritto opere che porteremo sempre nel cuore, anche perchè si tratta di evasione fiscale, un fenomeno attuale dal quale ne sono usciti lesi diversi personaggi pubblici e molto influenti della nostra generazione.

Speriamo sempre di saperne qualcosa di più nel prossimo futuro.

Fonte: Twitter

 

telegra_promo_mangaforever_2