ATTENZIONE: L’articolo contiene SPOILER per coloro i quali non seguono la programmazione giapponese del manga di My Hero Academia.

Quando Masashi Kishimoto stava per porre fine alla grande storia di Naruto, in concomitanza aveva inizio, sempre su Weekly Shonen Jump, My Hero Academia di Kohei Horikoshi e in quel momento c’è stato come una sorta di passaggio del testimone. Naruto andava via, mentre Izuku entrava in scena pronto per superare qualunque altro eroe che pretendeva la vetta.

Masashi Kishimoto ha sempre ritenuto My Hero Academia il degno successore del suo manga e, nonostante ci siano possibilità che Horikoshi non lo abbia fatto di proposito, nel numero 158 del suo manga (l’ultimo pubblicato su Weekly Shonen Jump) c’è stato un riferimento ad un momento storico della seconda serie di Naruto. Quale vi starete chiedendo? Lo analizziamo subito.

Izuku sta combattendo contro Overhaul (il cui vero nome è Kai Chisaki), uno dei membri degli Otto Precetti della Morte. Il cattivo è determinato ad assassinare Izuku, a riprendersi Eri perchè possibile una potente Unicità e a continuare gli esperimenti assieme al suo gruppo di villain. Overhaul non permetterà a nessuno di rovinare la sua visione di mondo che desidera ottenere, e se deve passare attraverso il nostro eroe, così sia.

Una volta aver sentito le parole del nemico, rinsavito dal coraggio di non lasciare andare Eri e dal ricordo di essere l’erede di All Might, Izuku scatena il suo potere Full Cowl (trasmessogli da All Might) al 100% e, lanciandosi all’attacco come un eroe, urla a Kai queste parole:

Se non riesco neanche a salvare una ragazzina presente davanti a me, allora come potrei diventare un eroe che salva tutti?!!!

Questa frase, per gli appassionati di Naruto, ha sicuramente fatto emergere un ricordo storico del manga di Masashi Kishimoto. Quando Naruto, Sakura, Sai e Yamato finalmente, ad inizio seconda serie, riescono a incontrare nuovamente Sasuke che ormai vive nella corte del malvagio Orochimaru, l’attuale Settimo Hokage non alza un dito quando l’amico Uchiha tenta di assassinarlo.

Allora, notando questo, Sasuke gli chiede come mai sia giunto fino a questo punto per incontrarlo in quanto tutto lo sforzo potrebbe costargli la morte e, di conseguenza, il crollo del suo sogno di diventare Hokage. Naruto gli risponde con queste parole:

Come posso diventare Hokage se non riesco neanche a salvare un amico?

Le due frasi hanno un punto di incontro e sono espresse da due protagonisti che hanno sicuramente faticato e subito delle brutte delusioni per arrivare a graduali soddisfazioni. Naruto, inseguendo il suo sogno per una strada tortuosa, alla fine ce l’ha fatta a diventare Hokage e salvare il suo amico Sasuke. Midoriya, invece, è ancora all’inizio, ma col coraggio e coi legami riuscirà sicuramente a diventare un grande Hero.

Fonte: CB

telegra_promo_mangaforever_2