L'occhio destro di Boruto è nuovamente caratterizzato dal potere oculare misterioso.
L’arco narrativo del viaggio di istruzione al Villaggio della Nebbia si è concluso. Quale sarà il prossimo nuovo passo della nuova generazione di shinobi?

Nel corso dell’ultimo episodio di Boruto: Naruto Next Generations, il numero 31, siamo giunti al climax della visita d’istruzione al Villaggio delle Nebbia, ma la nuova generazione, composta da Boruto, Sarada, Mitsuki e company, non ha avuto nemmeno il tempo di ammirare lo splendore del Villaggio, finalmente prospero ed industrializzato sotto la guida del 6° Mizukage, Chojuro.

Infatti, ha dovuto fare i conti con i così detti 7 nuovi Spadaccini del Villaggio della Nebbia i quali sono estremisti che non provano conforto nella pace attuale, ma, diversamente, sono pronti a tutto pur di innescare una nuova guerra e riportare il Villaggio agli antichi e macabri momenti della Nebbia Insanguinata. I 7 ninja disertori, capitanati da Shizuma Hoshigaki, cominciano la loro rivoluzione appropriandosi, appunto, delle sette spade leggendarie.

Boruto, Sarada e Chojuro sono pronti per fermare le loro follie e riescono a sconfiggere i primi 6, ma rimane solo il capo ancora da sistemare, ovvero Shizuma.

Shizuma combatte, in uno scontro violento e sanguinoso, contro Boruto Uzumaki e subito saltano all’occhio il talento e le forti intenzioni di voler assassinare il figlio dell’Hokage così da facilitare i venti di guerra. A lungo andare, nonostante Boruto sia assistito da Mitsuki, la situazione tende a diventare critica nel momento in cui Shizuma, che aveva rubato Pelle di Squalo – Samehada – ( precedentemente appartenuta al suo predecessore Kisame), non riuscendo più a controllarla, viene risucchiato dalla stessa spada fino a diventare uno squalo senza controllo.

Pelle di Squalo è come una sorta di spada che possiede dei veri e propri sentimenti, tanto da affezionarsi tanto al suo possessore. In più, d’altro canto, ha un indole malvagia ed ingorda dal momento che desidera nutrirsi dei migliori chakra e, se non la si sa controllare, può finire che la stessa spada decida di assorbire il corpo di chi la brandisce.

L’avvenimento della trasformazione di Shizuma è un riferimento a Naruto Shippuden (anime basato sulla seconda parte del manga di Naruto) il quale, nel corso dello scontro tra Kisame e Killer Bee, il membro dell’Akatsuki si era volontariamente unito alla spada per avere una chance superiore di vittoria (che comunque non si è verificata). Fondendosi, anche Kisame era diventato uno squalo-uomo.

Shizuma, quindi, diventato più furioso e fuori controllo, comincia ad attaccare ed in quel momento Boruto viene supportato da Kagura, il nuovo possessore ufficiale di Rombosogliola (un’altra spada leggendaria della Nebbia) e Spadaccino della Nebbia scelto, che originariamente aveva accettato la proposta di guerra di Shizuma.

Rombosogliola ha la particolarità di dividersi in due spade gemelle, pertanto, per causare un danno consistente al nemico, Kagura dà una parte di spada a Boruto e i due eseguono un attacco combinato. Nella furia del momento, Boruto non si accorge che per qualche secondo è riapparsa la sua misteriosa arte oculare (che potrebbe avere a che fare con gli Otsutsuki), per la prima volta apparsa nel precedente primo arco narrativo.

In questo video potete vedere l’assorbimento di Shizuma da parte della Samehada e il ritorno dell’arte oculare di Boruto:

https://www.youtube.com/watch?v=Pa7aXCR8G58

Infine, Boruto sconfigge Shizuma assestandogli un violento colpo di arti marziali in stile Hyuga (Hinata è madre di Boruto).

https://www.youtube.com/watch?v=2P66pUXlay0

“Il Villaggio della Foglia è cambiato, si è evoluto e vive in una nuova era pacifica. Con alti grattacieli, grandi monitor computerizzati che trasmettono immagini (televisioni nella precedente generazione), distretti e strade per permettere alle auto di muoversi, il modo di vivere nel mondo dei ninja è cambiato…

Il Villaggio della Foglia è cambiato, si è evoluto e vive in una nuova era pacifica. Con alti grattacieli, grandi monitor computerizzati che trasmettono immagini (televisioni nella precedente generazione), distretti e strade per permettere alle auto di muoversi, il modo di vivere nel mondo dei ninja è cambiato…

BORUTO: Naruto Next Generations è disegnato da Mikie Ikemoto (assistente di Kishimoto durante la serializzazione di NARUTO) e scritto da Ukyo Kodachi (assistente di Kishimoto durante la realizzazione della sceneggiatura del film di “Boruto: Naruto the Movie”) con la supervisione di Masashi Kishimoto il quale si occupa anche di essere l’editor. L’opera si pone come seguito al manga “NARUTO”. Attualmente sono stati pubblicati 17 capitoli, e i primi 11 sono raccolti in 3 volumi. Il  arriva dal 2 novembre.

Tre romanzi sono basati sul franchise di Boruto: Naruto Next Generations. Il primo è disponibile in Giappone dal 2 maggio; il secondo, invece, dal 4 luglio; il terzo è disponibile dal 4 settembre; il  è disponibile 2 novembre 2017.

In Italia, il primo volume del manga è stato pubblicato il 2 novembre sotto l’etichetta di Planet Manga.

La serie animata omonima, prodotta da Studio Pierrot, è in corso d’opera dal 5 aprile 2017 e attualmente sono stati trasmessi 31 episodi su TV Tokyo.

 

telegra_promo_mangaforever_2