I ricchissimi extra permettono di addentrarsi negli effetti speciali e nei grandi ritorni del quinto capitolo della saga, veri punti di forza del film.

Il quinto (e forse ultimo) capitolo della fortunatissima saga Disney di Pirati dei Caraibi, La Vendetta di Salazar, arriva anche in home video e presenta una versione in blu-ray 3d coloratissima e ricchissima di extra, che sono il punto di forza dell’edizione. Potremmo riassumerli in cinque punti, vediamoli insieme.

Una ciurma di marinai-fantasma, guidata dal terrificante Capitano Salazar (Javier Bardem), è fuggita dal Triangolo del Diavolo ed è pronta ad uccidere qualsiasi pirata gli capiti a tiro – con particolare riguardo nei confronti del buon vecchio Jack Sparrow (Johnny Depp).

5. Il 3d.

La Disney oramai va a braccetto con la terza dimensione dei propri film, ma Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar supera se stesso e crea un’atmosfera totalmente immersiva per lo spettatore negli oceani della storia raccontata. Anche nel comodo salotto di casa propria. Merito anche della regia “nuova” dei norvegesi Joachim Rønning e Espen Sandberg, voluti dal produttore Jerry Bruckheimer, molto presente sul set a detta di tutti.

4. Il villain.

Javier Bardem incarna perfettamente l’antagonista di Capitan Sparrow in questo quinto capitolo: nel contenuto speciale Il matador e il toro: segreti di Salazar e della Silent Mary è l’interprete stesso ad approfondire come si è preparato per il ruolo, la sua curiosità quando accompagnò sul set la moglie Penelope Cruz nel quarto capitolo, e il trucco e gli effetti speciali del suo personaggio. Il capitano Salazar è un fantasma, così come il suo equipaggio, e questo vivere a metà strada fra il mondo dei vivi e quello dei morti è stato trasposto alla perfezione dagli effetti visivi, anche della sua nave, la Silent Mary.

3. New couple, old love

I due giovani protagonisti Henry Turner (Brenton Thwaites) e Carina Smyth (Kaya Scodelario) che affiancano Sparrow in questa nuova avventura piratesca sono di fatto gli eredi di Will Turner (Orlando Bloom) e Elizabeth Swann (Keira Knightley). Il racconto della loro esperienza sul set insieme a tante star e al loro primo approccio con la saga è sviscerato nella chiacchierata fra loro in due in Storie un incontro con Brenton e Kaya”. Un’intervista doppia fatta reciprocamente, in pratica, in cui raccontano il proprio provino e la prima scena girata insieme, quasi senza conoscersi.

2. La vecchia guardia

Non solo new entry in questo capitolo finale, ma anche vecchie facce conosciute che tornano per cameo e per chiudere l’arco narrativo dei propri personaggi. Come raccontato nello speciale generale dietro le quinte e in Riservato al primo ufficiale” in cui Kevin McNally alias Mastro Gibbs mostra il proprio video diario giornaliero dal set, dal trucco e parrucco mattiniero “per farlo sembrare più sporco e attempato” alla fine delle riprese la sera. Così come i grandi e attesi ritorni di Orlando Bloom e Keira Knightley. E la guest musicale a interpretare lo zio di Jack, ovvero Sir Paul McCartney, dopo che Keith Richards aveva interpretato suo padre.

1. I morti parlano ancora

Creare il fantastico mondo di Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar è stato frutto del duro lavoro di attrezzisti e responsabili di set, scenografie, location, costumi, ecc. Da La creazione di una nuova avventura – Ritorno al mare a Decostruire gli squali fantasma, da Ali sopra i Caraibi a Un’eredità duratura, lo spettatore può seguire il lungo ed entusiasmante processo che ha portato questa fruttuosissima saga, nata quasi per caso da un’attrazione disneyana, a giungere al suo capitolo – forse, vedi scena post credits – finale.

Non mancano ovviamente i Bloopers dei Caraibi, il Foto diario dal set del produttore Jerry Bruckheimer e le immancabili Scene tagliate per rendere Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar un cofanetto irresistibile in home video.

telegra_promo_mangaforever_2