Analizziamo quanto accaduto negli ultimi episodi dell’anime di Boruto: Naruto Next Generations.

Uno dei personaggi che più ha colpito della nuova generazione di Naruto è senz’altro Sarada Uchiha, la primogenita di Sakura Haruno e Sasuke Uchiha, nonchè il primo passo del sogno del suo papà di ridare vita al distrutto clan Uchiha. La ragazzina ha fin da subito colpito e soprattutto perchè, chiaramente, proviene da una famiglia forte e talentuosa.

Nel manga la ragazza intelligente è ormai un ninja, ma nell’anime di Boruto: Naruto Next Generations non lo è ancora a tutti gli effetti, ma è già in grado di evocare solo un tomoe del normale Sharingan e di ricorrere anche alla forza bruta devastante che ha ereditato da Sakura e che quest’ultima imparò dalla Leggendaria Tsunade.

Nonostante la giovane età, e il potere ancora sconosciuto, Sarada è destinata è diventare più forte del padre Sasuke? Lo probabilità non lo escludono e nemmeno gli eventi. Infatti, negli ultimi episodi della serie animata, Sarada ha affrontato una ragazza che rientra nella nuova generazione dei Sette Spadaccini dell Nebbia, ovvero la bella Buntan Kurosuki. La ragazza della Nebbia, che aspira di disertare il Villaggio per seguire gli ideali di guerra con gli altri spadaccini capitanati da Shizuma Hoshigaki, possiede la forza della spada Zanne del Fulmine, nonchè utilizzatrice dell’Arte del Fulmine.

Tuttavia, nonostante i grandi poteri della spadaccina, la giovane Sarada è riuscita a tenerle testa in una maniera incredibile e, infine, è riuscita anche a sconfiggerla. Durante lo scontro, Sarada dimostra che, nonostante lo Sharingan non sia completamente sviluppato, riesce già a copiare e ad usare a proprio vantaggio le tecniche ninja del fulmine dell’avversaria semplicemente guardando i gesti delle mani (peculiarità di tutti gli Uchiha dotati di Sharingan) e la batte eseguendo su di lei persino una tecnica illusoria.

Anche le arte illusorie sono una peculiarità dei possessori di Sharingan, ma all’inizio era impensabile ricorrere ad una con un solo tomoe sullo Sharingan. Quando Sasuke era al livello di Sarada poteva semplicemente ricorrere alla Palla di Fuoco Suprema e alle arti marziali, ma per arrivare al Chidori e alle arti illusorie ci ha dovuto impiegare tempo e tanto allenamento, mentre Sarada sembra davvero fin da subito talentuosa.

Ecco qui i momenti salienti dello scontro tra Sarada e Buntan:

https://youtu.be/rHWX8C0pmOM

Che Sasuke dovrà cedere il ruolo di custode del clan alla primogenita? Non che ne sia dispiaciuto. Sicuramente Sasuke sarà felice che sua figlia lo superi, magari così gli ricorderà la figura del tanto rimpianto fratello, Itachi. Dopo tutto, se Sarada è in grado di utilizzare così bene lo Sharingan non sviluppato, chissà con che maestria potrà ricorrere al Mangekyo… sempre se vivrà il trauma prima del suo risveglio.

Esclusa questa questione dell’articolo, lo scontro tra Buntan e Sarada ci ha ricordato tanto il primo scontro tra Kakashi e Zabuza. E i riferimenti non sono mancati, basti pensare che entrambi sono ambientati al Villaggio della Nebbia e che includono possessori di Sharingan, Spadaccini della Nebbia, Arti Illusorie e Justu copiati. Un easter egg bello e piacevole per tutti gli amanti di Naruto.

Il 1° volume del manga Boruto: Naruto Next Generations è disponibile in Italia.

Fonte: CB

telegra_promo_mangaforever_2