Lo scrittore Marc Guggenheim invia i mutanti in una pericolosa missione che inizierà sul #16 di X-Men Gold, in cui inizierà uno storyarc dal titolo: “The Negative Zone War”!

Sul sito marvelnews lo scrittore Marc Guggheneim ha dato alcune anticipazioni riguardo l’arco narrativo che inizierà a fine novembre sul sedicesimo numero dedicata al team Gold degli X-Men, squadra formata da Kitty Pride, Vecchio Logan, Tempesta, Colosso, Nightcrawler, Prestige e Terrax.

Gli X-Men si troveranno infatti a svolgere un viaggio verso il pianeta Dartayus situato nella Zona Negativa, la pericolosa dimensione parallela formata da Antimateria introdotta da Stan Lee e Jack Kirby sulle pagine di Fantastic Four #51 nel 1966 (di cui vedete un estratto sotto).

“La mia intenzione” – spiega lo scrittore – “è stata quella di riportare gli X-Men a vivere una space adventure, come quelle che spesso vedevamo in passato con storie come la “Saga di Brood” o “Ascesa e La Caduta dell’Impero Shi’Ar” che tanto ho amato da lettore. Così ho pensato di ambientare la vicenda nella Zona Negativa, anche in virtù della mia passione per i Fantastici Quattro. Tuttavia, mostreremo alcuni aspetti “nuovi” della Zona, senza inserire storici villain come Annhilus o Blastaar. Gran parte della vicenda si svolgerà infatti sul pianeta Dataryus. Vogliamo far conoscere agli X-Men questo nuovo Mondo, con le sue usanze e la sua cultura. Inoltre il pianeta è già stato introdotto su X-Men Gold #12 dalla prospettiva di Kologoth, il mutante originario proprio di Dataryus”.

Lo scrittore ha parlato del lavoro di Lan Medina nel rappresentare la Zona Negativa e il pianeta in questione: “In realtà nel dare vita al look del pianeta e i suoi abitanti devo nominare anche altri artisti come Adran Syaf, Luke Ross e Ken Lashey che hanno collaborato con me nei numeri precedenti. E’ stato un appassionato lavoro di gruppo, tutti hanno contribuito per questa storia”.

Guggenheim ha inoltre dichiarato che gli X-Men Gold indosseranno delle nuove e speciali uniformi per l’occasione, funzionali al loro pericoloso viaggio nell’universo di Antimateria.

Sono state date anche interessante dichiarazioni riguardo all‘Atto di Deportazione Mutante che ha contrassegnato le vicende dei recenti fumetti degli X-Men, soprattutto in confronto alla politca USA degli ultimi mesi. “Spesso mi sento dire dai lettori che vogliono solamente essere intrattenuti, non vogliono trovare richiami alla politica o all’attualità nei fumetti. Ma io ho un problema di fondo con questo approccio: in parte sono d’accordo con loro, ma in realtà i comics hanno sempre in gran parte ripreso la realtà e hanno trattato tematiche importanti, e in modo particolare proprio gli X-Men riguardo al razzismo e alla discriminazione. Quindi se faccio bene il mio lavoro, le persone che desiderano essere solo intrattenute non avranno problemi, ma molti altri lettori potranno anche cogliere spunti e riflessioni più profonde e realistiche.”

L’autore ha poi concluso: “Sono davvero eccitato per la storia che partirà nel #16. Lavorare con Lan Medina è stato poi fantastico, lui è sempre stato un bravissimo disegnatore ma vi sono alcune parti in cui ha fatto un lavoro davvero sbalorditivo. Penso di essere riuscito a condensare nella durata del fumetto tutto ciò che volevo raccontare e ne sono molto felice”

telegra_promo_mangaforever_2