Boruto: la serie animata finalmente diventa sanguinosa

0
ATTENZIONE: L’articolo contiene SPOILER!

Da quando la serie animata di Boruto: Naruto Next Generations ha avuto inizio lo scorso aprile in molti hanno rivestito la parte dei giudici criticandola aspramente sotto ogni punto di vista e paragonandola con Naruto, l’opera originata da Masashi Kishimoto.

I primi episodi sono stati una prova dura per la nuova serie la quale si accingeva al passaggio della torcia da Naruto a Boruto. Una prova dura se pensiamo che per tantissimi anni, una generazione oseremmo scrivere (se consideriamo sia la serie manga e sia la serie anime del franchise di Masashi Kishimoto) abbiamo vissuto momenti indimenticabili con la storia dei ninja e che adesso una nuova si apprestava a cominciare, andando così a stravolgere gli equilibri fin ad ora stabiliti.

Una nuova storia significa nuovi personaggi, nuove ambientazioni, nuovi temi, nuovi intrecci e nuove abitudini. Una prova dura se consideriamo il grande lavoro di Kishimoto sia nella sceneggiatura, cupa e sentimentale insieme, sia nella parte grafica estremamente curata.

Ad ogni modo Boruto ha deciso di avere inizio e il suo protagonista, Boruto Uzumaki, ha scelto di diventare più famoso e popolare del suo predecessore. Agli inizi, la storia è molto scolastica, adatta alle età medie di uno shonen (ma anche Naruto era così all’inizio, se ricordiamo bene), ma recentemente la serie animata ha finalmente aggiunto il tassello tanto desiderato dai critici, il sangue e la crudeltà.

E non è una richiesta capricciosa. Un mondo dei ninja senza sangue è come un Uchiha senza Sharingan (per rimanere in tema) e questo aspetto è arrivato nell’ultimo episodio di Boruto: Naruto Next Generations, il numero 27.

L’episodio è focalizzato sul nuovo arco narrativo nel quale i nuovi aspiranti ninja sono in viaggio di istruzione al Villaggio della Nebbia, ormai in pace e rivoluzionato dal grande sviluppo tecnologico. I tempi bui e tristi della “Nebbia Insanguinata” sono ormai passati, ma nuovi estremisti del Villaggio sono stanchi della pace e vogliono che la guerra e il sangue torni a popolare le nazioni.

Questi estremisti sono guidati da un discendente del noto Kisame Hoshigaki, ovvero Shizuma Hoshigaki ed è stato quest’ultimo a cominciare a gettare le basi per una nuova guerra.

Infatti, Shizuma invia dei suoi uomini per assassinare Boruto, i suoi compagni e Kagura Karatachi, il nipote del Quarto Mizukage Yagura e nuovo personaggio apparso nella serie che diversamente desidera solo la pace nonostante il suo passato insanguinato. Tuttavia, dopo che i suoi sicari sono tornati con un fallimento, Shizuma ha dato dimostrazione, sia fisicamente che praticamente, di essere un discendente di Kisame ammazzando il leader del gruppo, Tsurushi Hachiya.

Il momento è stato abbastanza brutale, dal momento che una grande macchia di sangue si è dileguata.

Se volete saperne di più sul prosieguo, non vi resta che continuare a guardare la serie anime di Boruto in onda ogni mercoledì in Giappone e, se cercate qualche anticipazione, di leggere la trama dell’episodio 28.

Ricordiamo, infine, che il primo volume manga di Boruto: Naruto Next Generations arriva in Italia il 2 novembre 2017. L’opera è edita da Planet Manga.

Fonte: CB

telegra_promo_mangaforever_2