Le dichiarazioni ufficiali della Marvel e le reazioni degli autori al caso Northotp Grumman

0
Dopo la scelta della Marvel di interrompere la collaborazione con la quinta azienda mondiale nella produzione di armamenti, arriva una nota ufficiale della casa editrice per spiegare quali fossero le intenzioni iniziali dell’ accordo. Inoltre ecco le dichiarazioni di diversi autori sulla vicenda.

Come già avevamo presentato in questo articolo, la Marvel si è nei giorni scorsi tirata fuori dal criticatissimo  accordo con la compagnia leader nella produzione di maeriale bellico disertando all’ultimo secondo  la distribuzione del fumetto gratuito “Avengers feauturing N.G.E.N.” presso il NYCC 2017.

In quel momento, l’unica comunicazione da parte della Casa delle Idee era stato un semplice tweet tramite il proprio profilo ufficiale, ve lo mostriamo di seguito.

In seguito, come riporta il sito polygon l’azienda ha poi dichiarato tramite i propri canali di comunicazione ufficiale: ” L’accordo con la Northorp Grumman che avrebbe dovuto iniziare al New York Comicon era orientato a presentare da un punto di vista positivo la tecnologia aereospaziale e l’esplorazione. Comunque, siccome lo spirito di questo progetto non è stato compreso, non procederemo con la partnership, a partire dall’evento in programma (la distribuzione del fumetto al NYCC). La Marvel e la Northorp Grumman continueranno a essere impegnati per dare maggior risalto e attenzione alla STEM (acronimo per Science, Technology, Engineering e Mathemathics).

Parole che lasciano comunque interdetti i fan della Casa delle Idee, increduli su come la casa editrice creatrice di supereroi come Iron Man/Tony Stark (che addirittura appare paradossalmente nella copertina del fumetto gratuito!!!) che nei fumetti rinnega la sua compagnia di armamenti o come Capitan America che rappresenta non solo sulle pagine un simbolo di pace e giustizia in tutto il mondo, possa avere pensato di avviare una collaborazione con la quinta azienda mondiale nella costruzione di materiale bellico e armi pesanti, soprattutto in relazione ai recenti tragici eventi negli USA.

Sulla faccenda sono però intervenuti anche diversi autori, editor e artisti, che hanno espresso i loro pareri, come riporta bleedingcool prevalentemente su Twitter, spesso in risposta ai commenti critici di parecchi lettori e fan.

Ad esempio il capo dell’ufficio creativo della Marvel, Joe Quesada, ha dichiarato al Comic Con di come sia venuto a conoscenza della partnership allo stesso tempo dei fan, e di come sia rimasto interdetto sia dalla scelta della casa editrice, sia dall’improvviso dietrofront della stessa.

Su Twitter sono arrivate le risposte del writer del fumetto che avrebbe dovuto essere distribuito gratuitamente, Fabian Nicieza, ai commenti piccati dei lettori. Tuttavia si è trattato di risposte piuttosto evasive dello scrittore, che ha tentato di sviare il discorso, o in ogni caso di ritardare le spiegazioni in un secondo momento, come vedete dai tweet che vi proponiamo a questo indirizzo.

Anche l’editor Nick Spencer ha cercato di spostato l’attenzione dei fan, come vedete dal tweet che vi mostriamo qua sotto in foto. Ha infatti dichiarato di come non possa credere che con tutte le interessanti novità presentate dalla Marvel al NYCC si parli così tanto della vicenda con negatività.

Al contrario, parecchi autori della Marvel si sono dichiarati spiazzati dalla vicenda, affermando di come fossero venuti a conoscenza della tentata partnership solo al momento della decisione della sua cancellazione. Emblematico in questo senso il commento, sempre con “cinguettio” di Saladin Ahmed, scrittore di Fulmine Nero, velatamente critico verso la scelta della casa editrice.

 

A esprimere un suo parere è stato anche Gerry Duggan, sceneggiatore di Guardiani della Galassia, che dimostra come fosse totalmente all’oscuro della questione.

 

Durissime parole quelle di Hannah Blumenreich (Spider Man, Squirrel Girl) in un post su Twitter in cui ha condannato la Marvel per il tentativo di accordo. La scrittrice non ha cancellato il suo pensiero fino a che la partnership non è stata definitivamente annullata.

https://twitter.com/hannahblmnrch/status/916382626780389376

 

Anche gli scrittori Eric Palicki e Gerry Conaway, sempre sullo stesso social come potete vedere qui hanno espresso disaccordo con la scelta.

Insomma il comportamento della Casa delle Idee non sembra avere sconcertato soltanto i lettori, ma anche artisti e autori.

fonte: polygon, bleedingcool

telegra_promo_mangaforever_2