Sarutobi Sasuke di Osamu Tezuka, svelati i dettagli del volume Hazard Edizioni

0
Un nuovo manga inedito del papà di Kimba il Leone Bianco e La Principessa Zaffiro sta per essere pubblicato in Italia.

Hazard Edizioni ci informa che il volume inedito Io Sono Sarutobi Sasuke (Ore wa Sarutobi da!) del dio dei manga Osamu Tezuka sarà una delle novità che la casa editrice milanese porterà a Lucca Comics and Games 2017 e in fumetteria a Novembre.

A seguire tutti i dettagli dell’edizione:

Io sono Sasuke Sarutobi

di Osamu Tezuka
13 x 18 cm., 336 pagine, b/n, brossura con sovraccoperta, 15 Euro
ISBN 978-88-7502-154-2

Sasuke Sarutobi, figlio di un contadino, studiava, insieme a Kirigakure O-sai, l’arte ninja dell’invisibilità alla scuola del maestro Tozawa Hakuunsai. Sasuke, però, era irrequieto e spesso cercava di uccidere le persone; per questa ragione, gli veniva spesso revocata la licenza, senza la quale non poteva praticare l’arte.

Un giorno, il villaggio di Sasuke è trasformato in un campo di battaglia e i suoi genitori, così come la sorella di O-sai,
vengono uccisi, lasciando entrambi orfani giurano vendetta contro i samurai.
I due fanno la conoscenza del monaco Miyoshi Seikai e di altre otto persone che, come loro, avevano perso le proprie famiglie e le proprie case a causa della guerra. Insieme formano un gruppo con lo scopo di rimettere in piedi il loro villaggio e creare un mondo privo di guerre.

Nel frattempo, a Kyoto, il ladro Ishikawa Goemon imperversa indisturbato. Anch’egli è stato allievo di Tozawa Hakuunsai, ma, dopo aver commesso un omicidio, è stato espulso dalla scuola ninja. Finiranno in particolare per stringere amicizia con Yukimura Sanada, samurai del castello di Ueda, e con suo figlio Daisuke grazie al quale riusciranno fra l’altro a salvare il proprio villaggio da una nuova scorreria.

Le tematiche non sono superficiali, su tutte la “solita” disgrazia che devono subire i deboli/la gente comune per i capricci o le ambizioni dei potenti/prepotenti, un messaggio dunque pacifista; ma anche il saper distinguere le singole persone per quel che sono e non per categorie (l’amicizia di Sasuke e Sai per Daisuke), la necessità di giustizia, con qualche spunto ecologista.