Controcorrente n°18 – La violenza

Pubblicato il 4 Novembre 2011 alle 13:15

Oggi la violenza che accade nel mondo che ci circonda ci viene proposta tantissime volte e in tutte le sfumature possibili, non dimenticando nemmeno di evidenziare i dettagli più morbosi. In nome della libertà creativa, è lecito che un autore di comics utilizzi violenza gratuita e spesso solo fine a se stessa?

Per questo numero di Controcorrente voglio porvi dei quesiti.

PREMESSA
Al giorno d’oggi siamo bombardati di messaggi, di video e di informazioni da ogni parte.
A differenza di quanto accadeva in passato oggi all’occhio della telecamera non sfugge nulla. A milioni di telefonini sfugge ancora meno. Tutti possiamo essere reporter, basta avere sempre con sè un telefono dotato di  videocamera e una connessione a internet.

Oggi la violenza che accade nel mondo che ci circonda ci viene proposta tantissime volte e in tutte le sfumature possibili, non dimenticando nemmeno di evidenziare i dettagli più morbosi.

Ecco qualche esempio scelto a caso:

  • La povera Sara Scazzi
  • Pediatra molestatore

Cosa c’entra tutto questo con i comics?
In questi giorni, sulla pagina Facebook di Panini Comics ho letto qualche commento sulla violenza contenuta nel nuovo lavoro di Mark Millar. Più precisamente sulle pagine di Kick-Ass 2 n°4 è pubblicata questa tavola:

Una scena forte, crudele, piena di violenza esplicita e gratuita verso dei minorenni. Si tratta di un fumetto Marvel, ma per la linea Icon, rivolta cioè ad un pubblico adulto.

QUESITI
E’ giusto secondo voi che in un fumetto, anche se pensato per un pubblico maturo, venga rappresentata la violenza in maniera cosi esplicita e gratuita?

E’ giusto togliere ad un autore la possibilità di mostrare violenza esplicita (anche se è la più infame)  nonostante questa ci venga mostrata ogni giorno nei vari TG o su internet?

In nome della libertà creativa, è lecito che un autore di comics utilizzi violenza gratuita e spesso solo fine a se stessa?
Se la risposta è no, qualcuno mi può spiegare perché al cinema, nel libri o in altri media è sempre consentito?

Un brindisi agli amici assenti.

Articoli Correlati

Le uscite manga J-POP del 20 Ottobre 2021 vedono il debutto di Big X di Osamu Tezuka i nuovi volumi di serie in corso come Rent A...

15/10/2021 •

19:00

Beelzebub, la serie anime basata sul manga di Ryuhei Tamura, torna in Italia grazie a Yamato Video. La casa editrice milanese ha...

15/10/2021 •

18:45

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SU BLACK CLOVER 309. Yuno, dopo aver ottenuto il nuovo grimorio del Regno di Spade,...

15/10/2021 •

18:34