Countdown 28: 3 novembre 2011

Pubblicato il 3 Novembre 2011 alle 10:26

Countdown importantissimo non solo perché giunge dopo quello bollentissimo di 15 giorni fa ma anche e soprattutto perché questa nuova edizione è quella successiva a Lucca Comics & Games 2011 ovvero il più importante happening fumettistico della penisola. Come disse un noto personaggio storico: “Quoque tu, Marvel-zombie!” Vabbè vi lascio alla lettura!


a The Avengers. Sarà l’evento cinematografico dell’anno…c’è poco da commentare vi lascio al trailer:


a Mark Hamill. Dopo 19 anni di onorata carriera Mark Hamill, sapete tutti chi è Mark Hamill…vero?, lascia il doppiaggio del Joker con un ultimo tassello, Batman: Arkham City, spettacolare e dopo aver prestato la voce al personaggio dapprima nella seminale Batman The Animated Series e poi in una miriade di altri progetti non solo animati e videoludici che coinvolgevano il clown pagliaccio del criminale definendo attraverso la sua voce il personaggio per praticamente 2 generazioni di appassionati. Grazie Mark! Vi lascio con un video con cui il doppiatore ci spiega come è venuto a capo della peculiare risata:


a Mark Millar. Finalmente è stato svelato il titolo del progetto che coinvolge Millar e Dave Gibbons si intitolerà THE SECRET SERVICE e la serie partirà a febbraio 2012 sotto l’egida della ICON altri dettagli per ora non ce ne sono…ora l’8 va al buon Millar che ancora prima di partorire questa nuova creatura decide di coinvolgervi Matthew Vaughn, regista di X-Men e Kick-ass fra gli altri, come a voler dire apertamente da qui dobbiamo ricavarci un filmettino e fare tanti soldi. Bravo Mark, Bravo! Un vero opportunista dell’area di rigore se mi passate la metafora calcistica…


al Lucca della Panini & della Lion. Per motivi diversi, e per certi versi diametralmente opposti, queste due case editrici erano attese al varco con i loro annunci per il primo semestre del 2012 e per motivi diversi ripagano in gran parte le aspettative. Nel dettaglio la Panini giocherà un 2012 a “carte scoperte” con una presenza in edicola che si andrà massicciamente a consolidare con nuovi titoli di sicuro impatto commerciale, soprattutto le due nuove testate da edicola di Spider-Man, ciò che mi ha sorpreso è però l’allargamento del parco titoli della Panini a quelle case editrici indipendenti USA come i nuovi acquisti AVATAR e DYNAMITE di cui spiccano svariati titoli (Kirby Genesis, Vampirella, Crossed) anche se i miei soldi finiranno con molta probabilità su Elephantmen della IMAGE, etichetta che da anni insieme alla TOP COW è vagamente snobbata dai piani editoriali della casa editrice di Modena.

La Lion dal canto suo ha messo in chiaro che il primo semestre del 2012 sarà rivolto a terminare le serie lasciate in sospeso dalla Planeta di modo da raggiungere agevolmente l’evento FlashPoint che dovrebbe addirittura concludersi ad aprile lasciando così al secondo semestre del 2012 campo libero per le testate dell’ormai famigerato reboot. Continuità è stato il mantra di Lorenzo Corti e compagni dal primo giorno, continuità che però non sembra scalfire l’idea della neonata casa editrice di portare avanti un intelligente piano ristampe non solo con classici DC ma anche con materiale Vertigo fra cui spicca 100 Bullets, che si alternerà sul brossuratino Vertigo Monthly ad Hellblazer, e si i vocifera anche tanto Gaiman con una ristampa di Book of Magic ad esempio o la tanto agognata The Invisibles.


agli annunci manga di Lucca. Voto di incoraggiamento per un mercato che lentamente cerca di uscire da un torpore che l’ha quasi del tutto paralizzato ed invece quest’anno più o meno tutte le case editrici, mantenendo comunque le loro politiche editoriali, hanno lasciato spazio a seinen o opere classiche diminuendo quei titoli commerciali, che siano essi shonen o shojo poco importa, dettati spesso da leggi di un mercato che è ormai schiavo di una grossa fetta di persone per cui il fumetto è secondario rispetto a quegli aspetti della cultura nipponica più vistosi e in taluni casi molto, molto pacchiani. Detto questo non è tutto oro quello che luccica c’è chi non rinuncia alla propria fetta di mercato, proponendo solo shojo appunto, oppure chi annuncia praticamente solo serie ancora in corso andando contro le leggi della matematica o ancora chi promette ristampe ma poi fa finta di nulla…insomma seppur piccolo un passo avanti secondo me c’è stato…


al Lucca della Panini & della Lion. Del solito marasma di annunci lucchesi, e nell’euforia che ne consegue, spesso si tendono a guardare più i lati positivi che non quelli negativi, come è giusto che sia d’altro canto, cioè non toglie che fra le righe qualcosa da entrambe le parti scontenta. La Panini cavalca come sempre l’onda commerciale: altre due testate di Spider-Man, una antologica dei Vendicatori, ristampe “economiche” a profusione (Marvel Collection) e il lancio di Devil e “i Marvel Knights”,  cosa c’entra sto titolo oltre a far scendere i lacrimoni a qualche nostalgico?

Per il resto buone ristampe, il Thor di Simonson, anche se mancano ancora varie storiche richieste come il Fury di Steranko, ancora una volta definito probabile, e soprattutto mi domando quanto può giovare ai lettori la frammentazione delle storie in quelli che ormai sono diventate dozzine di testate da edicola fra brossuratini e spillati…

La Lion dalla sua parte è tutta concentrata a portare a termine le serie precedenti al reboot, dovendone accantonare alcune a mio modo di vedere più meritevoli di altre già annunciate, e di fatto mettendoci davvero poco in un programma editoriale ancora troppo legato all’editore precedente e che sa di cambiamento più nelle intenzioni (le ristampe e la sezione Vertigo) che non nei fatti, la presenza in edicola della DC con degli spillati. Sono però sicuro che con i 52 la Lion cambierà drasticamente la propria strategia…


alla Dargaud. È uscito il programma editoriale del nuovo editore che in Francia si occuperà della DC COMICS, ecco le uscite:

  • ristampa di Watchmen
  • Superman: Superfiction 1 (144, pp € 15) proporrà il ciclo di Joe Casey e Derec Aucoin
  • Batman Sombre Reflet 1 (144 pp, € 15) propone il ciclo di Scott Snyder
  • Wonder Woman – L’odyssée (176 pp, € 17) si pubblicherà la prima parte del cilco di J.M. Straczynski
  • Batman Showcase (96 pp, € 5,60) saranno proposte storie dalle classiche serie di Batman, storie recenti ma rimaste inedite per via dell’avvicendamento editoriale con Panini
  • Flashpoint Magazine (144 pp, € 6,60) saranno raccolte le storie della miniserie che porterà al reboot

Della serie c’è chi sta peggio di noi! La Lion è avanti anni luce in confronto a questo striminzito programma delle uscite, ma mi colpisce soprattutto il fatto che la DC doveva approfittare del cambio di licenze per affidare i propri titoli ad attori che le garantissero nuova e maggiore visibilità sul mercato e mentre in Italia questo sembra possibile viste le intenzioni della Lion, in Francia ed in Spagna questo sembra ancora molto lontano, addirittura in Spagna El Catalogo non ha ancora comunicato nessuna uscita per gennaio…come si direbbe su Feisbùk “situazione complicata”…


a Jorge M. Carquez. Mr. Carquez, proprietario di Action Packed Comics, Kingston (Ontario Canada), è stato denunciato ed arrestato qualche giorno fa perché arrotondava le vendite dei fumetti con lo smercio di marijuana, funghetti magici (e non erano quelli di Super Mario…) e morfina fra le altre cosine interessanti…ora io col mio fumettaro farò un’indagine non si sa mai magari qualcosa sotto banco ce l’ha, soprattutto per riprendermi dopo certe mazzate per il conto della roba che ho da parte…che poi i fumettari sono gente infima che si approfitta di noi deboli lettori già segnati da una dipendenza pesante…


ai licenziamenti e alle chiusure in casa Marvel. È tempo di chiusure di testate in casa Marvel, sembra a causa delle scarse vendite infatti chiuderanno i battenti: Iron Man 2.0, Alpha Flight e All-Winner Squad. Niente di inusuale se non fosse che queste chiusure hanno preceduto di qualche settimana una serie di licenziamenti che hanno coinvolto non solo personaggi del calibro di James Sokolovsky, responsabile della pessima strategia che ha portato la Marvel nelle libreria di varia con scarsi risultati, ma anche ad interi dipartimenti “smantellati” e pronti ad essere assorbiti dalla Disney come il Digital o quello degli Editor. Vittima eccellente di questo presunto assorbimento della Disney sarebbe la sotto-etichetta ICON prossima a chiudere i battenti…malumori diffusi nello staff Marvel stanno facendo diminuire la fiducia che inizialmente si era riposta nella Disney, insomma sembra che Marvel non sarà una Pixar 2 dove dopo l’assorbimento, i processi creativi ed organizzativi furono lasciati in uno status-quo perfettamente equilibrato…peccato!


a The Punisher – La serie TV. Qualche settimana fa la FOX ha commissionato un pilot per una serie tv ispirata al Punisher, personaggio arcinoto ed assolutamente adatto ad un pubblico maturo della Marvel. Non voglio giudicare il progetto, fra l’altro la FOX ha commissionato anche il pilot per The Spectre e quindi di danni da fare ce ne sono in abbondanza, però leggendo come il progetto è stato presentato :”a rising star detective with the New York Police Department who moonlights as the vigilante Punisher, seeking justice for those the system has failed.sembra perdersi gran parte del fascino del personaggio e diciamo, ehm, del messaggio che autori come Ennis hanno voluto convogliare attraverso Frank Castle ed il suo alterego molto super e poco eroico.

Commento così a chi sostiene che più supereroi ci sono in TV o al cinema e meglio è

 

 

io rispondo così:


ai numeri zero della Lion. Ok mi sono trattenuto anche troppo sull’iniziativa natalizia con cui la Lion si vuole presentare al pubblico ovvero dei numeri zero con speciali natalizi, 64 pagine per 2,95€, con storie sì di esponenti di primissimo piano del comic-dom, Toth Wrightson Byrne etc…, ma che risalgono ahimè anche a più di 20 anni fa. Ora non metto in dubbio che queste storie siano piccole perle ma davvero si cerca di attirare nuovi lettori con albi dal tratto vintage come questi? Immaginate un ragazzetto che entra per caso in fumetteria e per caso si imbatte nello zero di Superman davvero ora, nel 2011 ed ad un lettore inesperto, può colpire il tratto di Steranko? Non era meglio iniziare con qualcosa che graficamente parlando attragga lettori e soprattutto lettori più giovani e/o inesperti? Questo sarà il tema della prossima puntata di Mistero con Enrico Ruggieri…

Articoli Correlati

Fullmetal Alchemist: Brotherhood – The Promised Day è il primo gioco da tavolo basato sulla seconda trasposizione anime...

20/10/2021 •

16:38

Le novità Anime Factory di Dicembre 2021 vedono la pubblicazione del film Earwig e la strega di Studio Ghibli, di cui qui potete...

20/10/2021 •

13:18

Lautaro e Perisic stanno facendo impazzire i social per un’azione di gioco che ha richiamato il celeberrimo Capitan Tsubasa...

20/10/2021 •

11:43