La città più antica presente in Assassin’s Creed Origins sarà molto ricca di elementi da esplorare e sarà una città vivida e viva, come potrete vedere nel nuovo video gameplay ambientato proprio in questa città. Scopriamo insieme ad Asraf Ismail, il direttore del gioco, come sarà strutturata. E qualche indizio su uno dei personaggi giocabili aggiuntivo, che accompagneranno Bayek.

Ubisoft sta deliziando i fan della saga di Assassin’s Creed con molte informazioni, trailer e video che mostrano il gameplay dell’ultimo titolo della fortunata e amata serie, il prequel Assassin’s Creed Origins. Nel video gameplay che troverete in fondo a questo articolo vengono mostrati ben 12 minuti di una missione finora mai vista.

02. Menfi: una città intricata

Ecco come viene descritta Menfi dal direttore di Assassin’s Creed Origins, Ashraf Ismail:

Per noi, Menfi significava toccare il vero Antico Egitto. La città ha 3000 anni (nel periodo in cui è ambientato il gioco), per cui per noi è stata una opportunità per mostrare una location con molti (abitanti) che credono ancora nelle antiche religioni e negli antichi Dei.

Il tempio di Menfi di Ptah, il Dio creatore demiurgo della città di Menfi, è il tempio singolo più grande di tutto il gioco, ma ci saranno tanti altri luoghi di culto per il Dio Api, adorato a Menfi sotto forma di Toro, considerato al tempo come la manifestazione fisica del Dio Ptah.

Intorno a questi templi si sviluppa una città ricchissima di abitanti, negozi, stradine e canali, il tutto renderizzato in maniera stupefacente e molto dettagliata. La città di Menfi sarà anche ricca di strutture labirintiche da esplorare e di enigmi da risolvere. Ashraf Ismail prosegue parlando della struttura della città di Menfi ricreata in Assassin’s Creed Origins:

Da un punto di vista architettonico, Menfi rappresenta una opportunità di esplorazione molto più caotica, per cui sì, è una città meravigliosa ed è densamente abitata, ma da un punto di vista della navigazione si sente che è molto differente dalle altre città.

Alessandria, ad esempio, è molto più cosmopolita, è molto più organizzata e pulita, in termini architettonici. Mentre, d’i contro, Menfi è molto più disorganizzata, e questa disorganizzazione porta con sé il proprio senso di varietà e di colori.

Un altro punto per cui Assassin’s Creed Origins si differenzia dai titoli precedenti della saga è il fatto che i collezionabili saranno perfettamente integrati nell’ambiente, anziché fluttuare nell’aria, conferendo al tutto un maggiore senso di realismo. Questo è stato uno dei punti focali su cui si sono concentrati i ragazzi della Ubisoft Montreal:

In Black Flag, che è stato il nostro ultimo gioco, (abbiamo sentito che era presente) un feeling molto forte per quanto riguarda l’esplorazione, ma il nostro senso dell’esplorazione non era così buono. Questo significa che, sì, posso esplorare un sacco di posti diversi, ma sto scoprendo qualcosa che ha un significato per me o che mi sorprende?

E questa è stata una delle prime cose a cui abbiamo pensato in termini di esplorazione e dell’avere un grande mondo (di gioco): possiamo avere un senso della scoperta più profondo, in modo tale che quando starete per scoprire delle ricompense nel gioco troverete delle ricompense narrative, che sarete sorpresi dalle ambientazioni? Abbiamo dato molto valore a tutto questo. Molto.

Molti dei puzzle in cui vi imbatterete saranno basati sulla fisica, e utilizzeranno delle combinazioni di pesi e contrappesi che serviranno a bilanciare delle piattaforme, ma ogni piramide nel gioco avrà un design dei puzzle unico, sempre per poter garantire ai giocatori di non potersi mai aspettare cosa incontrerà, quando entreranno in ciascuna tomba. Addirittura, una seconda piramide a Menfi necessiterà della risoluzione di alcuni puzzle anche solo per poter accedere al suo interno:

Volevamo che le persone fossero sbalordite dall’Egitto. L’Egitto è come una delle star del gioco, per cui abbiamo voluto farlo risplendere. Per cui incoraggiamo i giocatori a perdersi in questo mondo, a continuare a cercare oggetti nel mondo, perché scoprirete molte sorprese.

telegra_promo_mangaforever_2