Assassin’s Creed Origins: attenti ai… colpi di calore

Pubblicato il 18 Agosto 2017 alle 10:25

Assassin’s Creed Origins si sta rivelando sempre più come uno dei progetti più ambiziosi della serie, grazie a elementi come il nuovo sistema delle fazioni. La varietà di opzioni offerta dal titolo promette di essere tale che ogni giocatore potrà godere di una esperienza di gioco a se stante, e uno degli elementi fondamentali perché la propria esperienza non sia replicabile è costituita dalla forte presenza di elementi caratteristici dei giochi di ruolo, introdotti per la prima volta nella serie proprio grazie a questo nuovo capitolo in uscita questo autunno.
Fra le altre novità apportate in questo nuovo capitolo della celebre saga di Assassin’s Creed, ci sarà anche la possibilità concreta che il vostro Bayek potrà subire gli effetti di un colpo di calore, grazie al sistema “Desert Overheat”.

In una recente intervista, lo sviluppatore del gioco Ashraf Ismail ha spiegato nel dettaglio alcune delle differeenze fra Assassin’s Creed Origins e gli altri titoli della serie:

Direi che è difficile fare un paragone [fra Origins e i giochi precedenti di Assassin’s Creed], perché la struttura narrativa è così drasticamente differente. C’è davvero molto di più: è il viaggio di Bayek, passerete attraverso una vagonata di missioni e ci saranno tantissimi contenuti opzionali nel gioco… Non lo paragonerei a nessun altro AC, in questo senso, perché non sono affatto la stessa cosa.

Pensate anche solo agli elementi da BGDR, ad esempio: l’impegno che il giocatore dovrà impiegare per la personalizzazione e la creazione del proprio personaggio è molto più profonda e molto più estesa di quanto abbiamo mai fatto prima.

Intendo dire che […] a un certo punto, quando giocherete il gioco completo, vedrete che sarà un vero e proprio GDR, in quel senso: le vostre armi sono importanti, le vostre statistiche sono importanti. A un certo punto, in base ai nemici, [sarà importante] sapere quale arma sia la migliore da usare contro quel nemico […]. Vogliamo che i giocatori focalizzino le loro energie e un tipo di strategia mentale su questo aspetto.

Anche le ambientazioni del gioco hanno un ruolo fondamentale:

Per noi, è stato importante raccontare le storie dell’Egitto. Abbiamo fatto moltissime ricerche e abbiamo scoperto alcune persone davvero stupefacenti che sono esistite davvero, scribi, sacerdoti, e volevamo rappresentarli, in qualche modo. Così abbiamo concentrato tutte le nostre energie nel raccontare questo tipo di storie, e per rendere l’esperienza molto più personale.

Un’ultima curiosità: nel gioco sarà possibile soffrire di colpi di calore. Letteralmente:

Abbiamo questa cosa chiamata “Desert Overheat”[…]: l’idea è che quando sarete arsi dal calore vedrete una serie di effetti, per cui sentirete una sorta di confusione mentale […]. Quando ciò avverrà nel bel mezzo del deserto e vi sarete persi nel deserto, sarà dannatamente grandioso.

 

Assassin’s Creed Origins verrà pubblicato il prossimo 27 ottobre per PC, Xbox One e PS4. E non perdetevi tutte le altre uscite previste per la stessa data!

Fonte: CB.

TAGS

Articoli Correlati

Resident Evil: Welcome to Raccoon City debutterà solo al cinema il 25 Novembre 2021. Sony Pictures Italia ha pubblicato il...

07/11/2021 •

13:27

La trasposizione anime di Bungo Stray Dogs, iniziata cinque anni fa, proseguirà con la stagione 4. L’annuncio è appena...

07/11/2021 •

13:13

Tutte le uscite Marvel, Panini Comics e Disney dell’11 novembre, direttamente dal sito Panini; tutte le novità della casa...

07/11/2021 •

11:00