DC Rebirth: i segreti della Justice League dal panel SDCC 2017

0
La Justice League raccontata dai suoi team creativi.

DC Comics ha tenuto un panel al Comic-Con International di San Diego per discutere della Justice League nel Rebirth cui hanno partecipato i rappresentati dei principali membri del team, tra cu Tom King (Batman), Dan Jurgens (Action Comics), Steve Orlando (JLA), Joshua Williamson (The Flash), John Semper Jr. (Cyborg), Nicola Scott e Liam Sharp (Wonder Woman), e Brad Walker (Aquaman).

Steve Orlando ha discusso di Justice League of America, in particolare del suo amore per The Ray negli anni ’90, per poi passare all’attuale arco narrativo, “King Butcher”, confermando che l’omonimo personaggio ha dei riferimenti ai Signori dell’Ordine. Questo ha portato inevitabilmente Orlando a discutere di una possibile apparizione di Doctor Fate o di un personaggio meno conosciuto con “Doctor” nel nome.

Orlando ha, poi, discusso di Supergirl e del rapporto tra Babs e Kara, due personaggi che provengono da mondi diametralmente opposti, ma per Orlando è un piacerle rimetterle insieme dopo tanto tempo (dalla metà degli anni ’80). Orlando ha proseguito parlando del prossimo arco narrativo, con i Fatal Five che attaccheranno nel #11, in cui sono previsti anche Cat Grant e Solomon Grundy.

John Semper Jr. ha discusso di Cyborg e di come Geoff Johns gli abbia permesso di raccontare una storia “epica” di 18-19 numeri, partendo dal piccolo fino a ingrandirsi sempre di più. Semper Jr. ha, poi, promesso che Cyborg “scoprirà delle cose interessanti sulle Scatole Madri molto presto” e che potrebbero apparire altri personaggi oltre a Beast Boy.

Joshua Williamson ha, poi, preso la parola per discutere di The Flash e del suo recente approccio al personaggio di Eobard Thawne. La sua storia preferita di Flash, infatti, è “The Return of Barry Allen”, che racconta parecchio l’origine di Thawne e di come sia un fan ossessionato da Flash, come Barry lo è stato di Jay negli anni ’60. In seguito, ha discusso dei recenti accadimenti legati alla “forza negativa di velocità” e di come Barry sia stato infettato da essa ed ecco che sullo schermo è apparso un character design per il “Flash negativo” di Barry, con un fulmine nero sul petto e una maschera simile a un teschio.

Brad Walker ha discusso di Aquaman e del processo creativo dietro alle sole copertine della testata, che coinvolgono editor, autori e artisti.

Tom King, fresco di premio Eisner, ha discusso di Batman e dell’attuale arco narrativo “The War of Jokes and Riddles”, che è davvero sulla differenza tra scherzi e indovinelli, considerando i primi un’idea anarchica e i secondi, un’evoluzione del fascismo. Il #29, spiega, è un numero di venti pagine con Joker e l’Enigmista a cena insieme e “non è uno scherzo”.

King ha, poi, discusso di Mister Miracle e di come “Darkseid è” sia un mantra, che spiega la negatività del mondo – tutto ciò che può andare storto, è spiegato dal “Darkseid è”. “Non è buono, non è cattivo, è solo è”, dice King.

Nicola Scott ha discusso di Wonder Woman e della possibilità di disegnare il primo incontro tra la Trinità, con Batman e Superman sempre in continuo conflitto tra loro e Wonder Woman, nel mezzo, che non ha alcun motivo di fare parte del loro scontro personale assumendo il comando. Scott non ha nascosto il suo amore per il personaggio, che descrive come “accomodante” e “invitante”, elementi che nessun altro possiede.

Liam Sharp stesso, artista di Wonder Woman, l’ha descritta come “fantastica, meravigliosa”, oltre che “sorella e madre allo stesso tempo” e poi, “innocente e matura”, tutti particolari “molto difficili da catturare nel disegno”. Sharp ha, poi, proseguito parlando di Ares e di come abbia sorpreso i fan quando l’ha rappresentato come un “gentleman nudo e in catene chiuso in una caverna”.

Dan Jurgens ha, poi, preso la parola per discutere di Action Comics e dell’evoluzione della Superman Revenge Squad, pronta a mettere insieme i personaggi “Super” del Rebirth, tra cui Cyborg Superman e il Generale Zod, al che è apparsa sullo schermo la copertina di Action Comics #983, che ritrae i Supermen del DCU. Jurgens ha, poi, chiuso dicendo che è prevista una grande rivelazione alla fine del numero in uscita la settimana prossima negli USA, qualcosa che scuoterà il modo in cui l’intera Super-family opera. In più, la vera identità di Mr. Oz sarà finalmente rivelata in Action Comics #987.

telegra_promo_mangaforever_2