Poltergeist: c’era davvero Steven Spielberg dietro la macchina da presa?

0
Un cameraman che ha lavorato alle riprese del primo film della saga di Poltergeist conferma le voci sul vero regista del film.

Il franchise di Poltergeist è famoso anche per una sorta di maledizione che sembra aleggiare su di esso a causa, sembrerebbe, del’impiego, durante le riprese del primo film della saga, di scheletri umani veri.

Alla luce di questo, le dichiarazioni riguardo la possibilità che il primo film di Poltrergeist non sia stato girato dal regista accredidato, Tobe Hooper, ma dal produttore del film, Steven Spielberg, non sembrano poi così assurde.

Si dice che la saga di Poltergeist sia maledetta a causa di una serie di inquietanti coincidenze. Le attrici Heather O’Rourke (San Diego, 27 dicembre 1975 – San Diego, 1º febbraio 1988) e Dominique Dunne (Santa Monica, 23 novembre 1959 – Los Angeles, 4 novembre 1982) sono entrambe morte molto giovani in circostanze tragiche.

Dominique Dunne è stata strangolata dal proprio ex compagno poche settimane dopo la fine del loro rapporto, lo stesso anno in cui il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche per la prima volta, nel 1982, mentre la giovanissima Heather O’Rourke morì a causa di complicazioni insorte durante un intervento chirurgico.

Inoltre, ci furono inquietanti avvenimenti sul set non soltanto del primo film diretto da Tobe Hooper nel 1988, ma anche sul set di Poletrgeist II e anche su quello del remake del 2015.

Ovviamente, la presenza di maledizioni e fantasmi non può essere provata, ma le voci sul vero regista del film, invece, possono avere una conferma, e il regista di Wish Upon e di Annabelle, John Leonetti, ha fatto esattamente questo nel nuovo episodio del podcast Shock Waves della Blumhouse Productions.

Il fratello di Leonetti, Matthew, è stato il direttore della fotografia del primo Poltergeist, e procurò a John un lavoro come assistente cameraman sul set dello stesso film. E stando alle dichiarazioni del più giovane dei due fratelli Leonetti, era abbastanza ovvio chi fosse al comando sul set:

Onestamente, Steven Spielberg ha diretto quel film. Senza ombra di dubbio. Comunque, Tobe Hooper, lo adoro. Voglio molto bene a quell’uomo.

Ma se avessi saputo che mi avreste posto questa domanda, avrei portato questa fotografia che ho con me, che rappresenta tutto il film in uno scatto. È la scena in cui l’albero entra [in casa] per portare via il bambino, e avevamo allestito due macchine da presa. In primo piano, su un rialzo scenico, c’è [un eccitato] Tobe, e in piedi dietro di lui c’è Spielberg, che [qualcosa]. Vicino a lui c’eravamo mio fratello dietro la cinepresa ed io.

Ecco qui di seguito l’immagine in questione, così come compare sul sito della Blumhouse:

Leonetti prosegue dicendo che, mentre l’atmosfera sul set era intensa, dopo il lavoro Spielberg era una persona molto amabile, al punto da invitare a casa sua i fratelli Leonetti. Ha anche aggiunto che la prospettiva di un incombente sciopero dei registi portò alla modifica dei credits:

Hooper era così gentile e semplicemente felice di essere lì. Ha avuto degli input creativi. Steven ha sviluppato il film, e avrebbe dovuto dirigerlo lui, se non che uno sciopero dei registi venne anticipato, per cui lui figurò solo come “il produttore”, ma in realtà lo ha diretto lui […] e Tobe era d’accordo su questo. Non si è trattato di qualcosa contro Tobe. Ogni tanto, [Steven Spielberg] lasciava il set e permetteva a Tobe di fare alcune cose, ma, in realtà, Steven ha diretto il film.

Dunque, dopo ben 35 anni sembra essersi risolto un vero mistero della cinematografia mondiale: il vero regista di Poltergeist sarebbe Steven Spielberg.

Fonte: A.V. Club.

telegra_promo_mangaforever_2