Kingdom Hearts III: Nomura accusa Square Enix per i ritardi nello sviluppo del gioco

0
Kingdom Hearts III è in fase di sviluppo da molti anni, ormai: il gioco fu annunciato per la prima volta nel 2013, ma lo sviluppo del tanto atteso titolo ha subito notevoli ritardi, di cui le ragioni erano misteriose, ma il creatore del titolo, Tetsuya Nomura, ha fornito, dopo tanto tempo, una spiegazione.

Durante il D23 Expo di quest’anno, Square Enix ha finalmente annunciato almeno l’anno di uscita di Kingdom Hearts III, fissato al 2018, il che significa che lo sviluppo del gioco sarà durato in totale circa 5 anni, quando finalmente sarà immesso sul mercato. Questo, ovviamente, se la data non subirà ulteriori cambiamenti.

Per molte persone le ragioni di questi ritardi era da imputare al perfezionismo del creatore di Kingdom Hearts III, Tetsuya Nomura, ma in una recente intervista con GameSpot il direttore del gioco ha dichiarato che le responsabilità dei ritardi nello sviluppo di Kingdom Hearts III sono da attribuirsi unicamente a Square Enix. Stando alle sue parole, infatti, le intromissioni del publisher sono il motivo per cui i fan non hanno ancora fra le mani Kingdom Hearts III:

Molte persone hanno parlato, e quello che dicevano suonava un po’ come: “Oh, Nomura ci sta mettendo un po’ troppo tempo”, e ciò mi ha ferito. È stata presa una decisione riguardo il passaggio a Unreal Engine 4. Per cui, siamo passati a utilizzare quello, Sfortunatamente, era necessario un po’ di tempo per poter tornare indietro e ricominciare da capo. Dunque, ci sono stati un po’ di contrattempi, ma è stata una decisione che la compagnia ha dovuto prendere, per cui è stato inevitabile.

In aggiunta alla decisione di voler cambiare il motore grafico, Kingdom Hearts III ha dovuto anche lottare contro la scarsità di risorse, poiché i suoi sviluppatori sono stati poi dirottati verso altri progetti…

Il personale interno è davvero limitato, e ci sono vari progetti differenti che sono in fase di sviluppo all’interno della nostra compagnia, per cui, sfortunatamente, il tempismo non ha giocato a nostro favore. Non era un problema interno ai nostri team di sviluppo, è semplicemente andata così, e ci sono state alcune decisioni che la compagnia ha dovuto prendere, e semplicemente non hanno funzionato per certe scadenze che speravamo di poter rispettare. È qualcosa su cui non ho potere. Intendo dire che, sì, il tempo è passato, ma non è dipeso da me.

Nomura è stato, in passato, coinvolto in altri progetti che hanno spesso subìto dei ritardi, come Final Fantasy XV, per cui, forse, parte delle responsabilità dei ritardi nella realizzazione di Kingdom Hearts III potrebbero essere imputati anche al direttore del gioco.

Se vi siete persi gli ultimi aggiornamenti su Kingdom Hearts III, qui potete trovare informazioni sulle evocazioni e sulle nuove trasformazioni del Keyblade, mentre in questo altro articolo troverete il nuovo trailer del gioco, in cui viene presentato il nuovo mondo di Toy Story, e le dichiarazioni di Nomura riguardo un secondo personaggio giocabile e la possibilità che Kingdom Hearts III possa essere rilasciato anche per Nintendo Switch.

Kingdom Hearts III dovrebbe essere pubblicato per Xbox One e PS4 nel 2018.

Fonte: CB.

telegra_promo_mangaforever_2