The Walking Dead: March to War – gameplay trailer e tante informazioni sul gioco in arrivo questa estate

↓ Articolo multipagina ↓
The Walking Dead sta per portare il suo iconico cast di zombie e sopravvissuti direttamente sui dispositivi mobili dei tantissimi fan di questa celebre serie televisiva grazie al nuovo titolo The Walking Dead: March to War, in uscita questa estate.

The Walking Dead: March to War è un nuovo videogioco strategico multiplayer realizzato da Disruptor Beam.

Il gioco è ancora in fase di sviluppo, e le immagini mostrate nel video trailer che potete trovare alla fine di questo articolo si riferiscono, dunque, a uno stato di pre-lancio del titolo, per cui il gioco stesso potrebbe subire dei cambianti, ma è comunque possibile, da questo, farsi un’idea di cosa ci si potrà aspettare.

Starà ai giocatori mettere in piedi una serie di operazioni e restare vivi abbastanza a lungo da reclutare altri sopravvissuti. Il fatto interessante, a tal proposito, è che i personaggi che si potranno reclutare hanno dei volti e le proprie storie personali, per cui non si tratterà di generici combattenti senza nome, per cui quando uno di loro sarà messo alle strette da uno zombie il coinvolgimento dei giocatori sarà paragonabile a quello che si prova quando muore uno dei propri personaggi preferiti in un fumetto o in una serie televisiva.

Per dare maggiori informazioni ai fan, Disruptor Beam si è sbottonata sul gameplay del titolo e sulle caratteristiche che lo rendono così differente dagli altri giochi dello stesso genere. Vediamo insieme, dunque, le caratteristiche salienti di The Walking Dead: March to War.

ape

3. Da dove inizia e come si sviluppa l’avventura?

Nelle fasi iniziali del gioco, i giocatori dovranno concentrarsi sulla sopravvivenza, costruendo le proprie basi, reclutando e addestrando nuovi sopravvissuti e sbloccando i membri del consiglio.

Subito dopo questo, impareranno a conoscere i vantaggi che derivano dal fatto di far parte di una Community: unirsi a una di queste, infatti, non offrirà soltanto una certa protezione dagli altri giocatori, ma permetterà anche di iniziare a puntare gli sciami di nemici, i Walker Swarms, per poter ottenere delle grandi ricompense.

Verso la metà del gioco, i giocatori inizieranno a cercare dei punti di riferimento, i Landmark: a questo punto del gioco sarà possibile puntare alcuni Landmark più piccoli, come le stazioni di polizia e gli ambulatori, con la propria Community. In questo modo, sarà possibile raccogliere risorse in maniera più sicura e anche più veloce rispetto ad altre aree della mappa di gioco, il tutto mentre si cercherà di respingere altre Community, che vorranno fare la stessa cosa.

Da questo punto in poi, i giocatori potranno iniziare a prendere in considerazione i Landmark più grandi, come la Casa Bianca, il Pentagono, o anche la stessa Alexandria. Le ricompense dovute ai giocatori che si saranno aggiudicati e che controlleranno queste grandi zone di interesse saranno molto grandi, come anche, del resto, i rischi che si dovranno correre per poter raggiungere questo obiettivo.

Entra nel nostro canale di Telegram. Clicca qui
Loading...
Prossima Pagina