La notizia arriva in esclusiva da Variety.

Leonardo Di Caprio e Martin Scorsese prolungano il loro sodalizio artistico con l’adattamento del thriller Killers of the Flower Moon, basato su fatti realmente accaduti.

Il production designer di Scorsese, Dante Ferretti (che ha lavorato col regista in nove fin, da L’Età dell’Innocenza al poco fortunato Silence), ha dichiarato a Variety che il regista di Taxi Driver ha intenzione di iniziare la produzione del film nella primavera del 2018, quando avrà completato le riprese di The Irishman. Ferretti stesso è in procinto di volare in Oklahoma alla ricerca di possibili location.

Il progetto è basato sul libro bestseller Killers of the Flower Moon: The Osage Murders and the Birth of the FBI, scritto da Dave Grann (giornalista presso the New Yorker e autore del recente Civilità Perduta). La storia, ambientata nel 1920, racconta la vera indagine dell’FBI sugli strani omicidi che sconvolsero la nazione Osage, una riserva indiana nella quale fu trovato il petrolio. Subito dopo la scoperta dell’oro nero, nella zona iniziarono a verificarsi numerosissimi assassini.

Leonardo Di Caprio è attualmente coinvolto in fase di produttore, ma non è escluso ovviamente che assumerà anche il ruolo di protagonista. Martin Scorsese, invece, si sta preparando a girare The Irishman, attesissimo gangster movie che lo vedrà tornare a collaborare con Robert De Niro,  Al Pacine e Joe Pesci. Il progetto di Netflix inizierà la produzione a settembre 2017.

telegra_promo_mangaforever_2