La trasposizione animata della storia di Sarada Uchiha ha inizio il 9 agosto con l’episodio 19.

ATTENZIONE: IL SEGUENTE ARTICOLO CONTIENE SPOILER.

Con l’episodio numero 14 di Boruto: Naruto Next Generations, andato in onda il 5 luglio 2017, la seconda ending ha debuttato nella serie animata con il pezzo eseguito dal gruppo giapponese Scenario Art, intitolato “Sayonara Moon Town. La sigla finale presentava spezzoni provenienti dall’attuale arco narrativo de “L’ombra Fantasma“, il quale ricordiamo si è concluso con l’episodio numero 15. Eccola qui:

https://twitter.com/YoshidaAyumi13/status/882911165059260417

L’episodio numero 15 appunto, trasmesso questo lo scorso mercoledì, ha presentato la stessa ending, ma le sequenze del video erano diverse, infatti erano totalmente focalizzate sugli eventi salienti della storia di Sarada Uchiha che, a partire dall’episodio 19 del 9 agosto, sarà finalmente trasposta nella serie animata di Boruto. La storia di Sarada è incentrata sui suoi dubbi e complessi riguardanti le origini della sua famiglia, sulla verità sul suo concepimento, e sul rapporto che coesiste tra Sakura e Sasuke, ovvero i suoi genitori. In più, la ragazzina ha un grande bisogno di incontrare il papà che non ricorda. In questa storia i nostri ninja saranno coinvolti in nuove minacce.

Tornando alla sigla finale, come abbiamo anticipato, è focalizzata sugli eventi salienti della storia di Sarada e svela, per la prima volta in animazione, lo Sharingan di Sarada Uchiha.

Inoltre, se non avete letto Naruto Gaiden vi invitiamo a non vedere la seconda versione della nuova ending per evitare SPOILER! Eccola qui:

La storia di Sarada è tratta da Naruto Gaiden: Nanadaime Hokage to Akairo no Hanatsuzuki (Naruto: Il Settimo Hokage e il Marzo Rosso), ovvero lo spin-off manga autoconclusivo scritto e disegnato da Masashi Kishimoto dopo la conclusione di Naruto.

Il primo episodio del nuovo arco narrativo di Sarada debutta con l’episodio 19 del 9 agosto. Se ve la siete persa, qui potete trovare la sinossi del suddetto episodio che si intitola “Sarada Uchiha“.

Se ve le siete perse, qui potete raggiungere le anticipazioni e i titoli confermati degli episodi di luglio e inizio agosto, ma attenzione agli SPOILER!

Il Villaggio della Foglia è cambiato, si è evoluto e vive in una nuova era pacifica. Con alti grattacieli, grandi monitor computerizzati che trasmettono immagini (televisioni nella precedente generazione), distretti e strade per permettere alle auto di muoversi, il modo di vivere nel mondo dei ninja è cambiato…

Il Leader del Villaggio è il Settimo Hokage. Boruto è il figlio di Naruto Uzumaki, e per diventare un ninja deve frequentare l’accademia ninja. Tuttavia, tutti i coetanei di Boruto provano pregiudizi per lui, in quanto è il figlio del Settimo Hokage. Nonostante ciò, Boruto possiede delle abilità senza precedenti.

BORUTO: Naruto Next Generations è disegnato da Mikie Ikemoto (assistente di Kishimoto durante la serializzazione di NARUTO) e scritto da Ukyo Kodachi (assistente di Kishimoto durante la realizzazione della sceneggiatura del film di “Boruto: Naruto the Movie”) con la supervisione di Masashi Kishimoto il quale si occupa anche di essere l’editor. L’opera si pone come seguito al manga “NARUTO”. Attualmente sono stati pubblicati 14 capitoli, e i primi 11 sono raccolti in 3 volumi.

Due romanzi sono basati sul franchise di Boruto: Naruto Next Generations. Il primo è disponibile in Giappone dal 2 maggio; il secondo, invece, dal 4 luglio.

In Italia il manga arriverà il prossimo ottobre e sarà edito da Planet Manga.

La serie animata omonima, prodotta da Studio Pierrot, è in corso d’opera dal 5 aprile 2017 e attualmente sono stati trasmessi 15 episodi su TV Tokyo.

telegra_promo_mangaforever_2