Assassin’s Creed Origins: Ubisoft parla del protagonista principale Bayek

0
Bayek è l’incarnazione dell’Egitto e il suo viaggio verso la nascita della Fratellanza prevede difficoltà e sopravvivenza.

Nel corso di un’intervista per GamingBolt, Ashraf Ismail, ovvero il Game Director di Assassin’s Creed Origins – il nuovo videogioco della serie che sarà ambientato nell’antico Egitto e vedrà la luce il 27 ottobre su PlayStation 4, Xbox One e PC, ha parlato della figura del protagonista principale Bayek, dalle sue origini, passando per il suo carattere, sino ai suoi obiettivi. Ecco le sue parole nel dettaglio:

Bayek è un Magi, ovvero un’antica dinastia di prodi guerrieri. Loro sapevano combattere con stili differenti, ma non erano sprovvisti di sentimenti, infatti provavano anche compassione per il popolo egiziano. Loro aiutavano la gente dell’Egitto e a loro volta, questi ultimi, facevano altrettanto. Lo stesso Bayek prova simpatia e compassione per gli egiziani, ma non sente lo stesso per gli stranieri. Lui crede nei riti, e nella struttura poliziesca dell’antico Egitto, ma rimane legato ai fantasmi del passato.

Bayek è l’incarnazione dell’antico Egitto. Lui rappresenta l’Egitto, quindi spetta a lui comprendere cosa c’è bisogno di fare o di diventare quando il suo mondo è in rovina; spetta a lui comprendere come sopravvivere in questo nuovo mondo che arriva. Questa è una parte del viaggio che attende noi e Bayek, ed è il viaggio che porta alla nascita della Fratellanza.

Bayek è una persona altamente reattiva. Dal punto di vista caratteriale, quando la vita scorre nel migliore dei modi, Bayek è felice e sorride. Ma diversamente, quando le avversità sono dietro l’angolo, è reattivo ed emotivo. In più, prova compassione e affetto per le persone a tal punto da considerarsi un protettore e da mettere in risalto le sue grandi capacità combattive“.

Ricordiamo che Assassin’s Creed Origins arriverà su PlayStation 4, Xbox One, e PC dal 27 ottobre 2017.

telegra_promo_mangaforever_2