Assassin’s Creed: Origins – le città saranno grandi almeno il doppio dell’Havana di Assassin’s Creed IV: Black Flag

0
Il nuovo titolo della saga di Assassin’s Creed, che mostrerà ai giocatori le origini del Credo e della Confraternita degli Assassini, sarà disponibile per PC, PS4 e Xbox One. E sarà anche molto esteso.

Assassin’s Creed: Origins è stato annunciato ufficialmente durante lo scorso E3 2017, più di preciso all’interno della conferenza Microsoft, di cui abbiamo già parlato in questo nostro articolo. Ora, sono emersi alcuni nuovi dettagli che riguardano la vastità del mondo di gioco.

In un’intervista con Game Informer, il direttore del gioco Ashraf Ismail ha dichiarato che, anche se è difficile paragonare progetti differenti, può confermare che Assassin’s Creed: Origins avrà delle città di gran lunga più grandi dell’Havana, vasta area di gioco presente in Assassin’s Creed IV: Black Flag:

(Memphis) è una città davvero molto grande, credo che Alessandria sia leggermente più grande, ma davvero molto poco. Se dovessi paragonarle alle città precedenti realizzate in passato, non conosco di preciso le cifre esatte, ma direi che siano almeno grandi il doppio dell’Havana di Black Flag. Almeno.

Ismail prosegue, dicendo che mentre Origins avrà un mondo di gioco abbastanza ampio da poter esplorare, la grandezza non è la cosa più importante, poiché ciò che davvero conta e quello che la città stessa racchiude al suo interno:

Detto questo, non credo che le dimensioni delle città siano ciò che è importante. Lo sono il contenuto, l’esperienza al suo interno. Lo è il modo in cui è viva, così abbiamo riempito queste location di missioni, rendendo il feeling di ogni città unico, (spiegando) perché era importante in Egitto.

Ismail ha inoltre confermato che la mappa di Assassin’s Creed: Origins sarà essenzialmente aperta, anche se il gioco prevederà comunque una sequenza di introduzione che dovrà essere completata prima.

Il game designer ha poi proseguito parlando brevemente delle parti del gioco ambientate ai giorni nostri, di cui non è stato mostrato ancora nulla, poiché, per ora, Ubisoft ha scelto di focalizzarsi sul punto focale del gioco, ovvero l’ambientazione nell’antico Egitto. Ismail ha dichiarato che vuole mantenere celata la maggior parte di ciò che riguarda le sezioni del gioco che si svolgono nei giorni nostri, di modo tale che i giocatori potranno rimanerne sorpresi:

Vorrei che le persone fossero più sorprese dall’esperienza. Se (la sezione marketing) vorrà che io ne parli, sarò più che felice di farlo.

Ismail ha poi proseguito, affermando che pensa che “le persone saranno felici” della storia di Assassin’s Creed: Origins.

Assassin’s Creed: Origins verrà pubblicato per PC, PS4 e Xbox One il prossimo 27 ottobre. Qui potrete trovare un trailer per il gioco, mentre dei video gameplay sono presenti in questo altro nostro articolo.

Qui potrete trovare altre informazioni sulle novità che riguardano i personaggi, i combattimenti contro i boss e molto altro. Infine, se siete interessati ad acquistare una delle tante edizioni in cui Assassin’s Creed: Origins sarà disponibile per l’acquisto e il preordine, potete dare un’occhiata a questo nostro articolo.

Fonte: DualShockers.

telegra_promo_mangaforever_2