4. La natura e il tipo di rapporto fra Atreus e Kratos sono basati su un racconto scritto dallo stesso Barlog

Per quanto riguarda, invece, il rapporto fra Atreus e suo padre, Barlog lo ha definito in un racconto scritto da lui stesso nelle fasi iniziali dello sviluppo di God of War. Tale racconto ha fatto poi da struttura portante per la sceneggiatura del gioco stesso, opera di Rich Cobert e Matt Sofos.

Nel breve racconto scritto da Barlog viene descritta una scena di caccia, i cui protagonisti sono, appunto, Atreus e suo padre Kratos. Se vi sembra una scena familiare, è perché il trailer di lancio del gioco presentato durante l’E3 2016 è basato proprio su questo racconto di Barlog:

3. Fare di Kratos un padre è stato un lungo processo, che ha richiesto molto tempo

Se è stato difficile creare il personaggio di Atreus e definire che tipo di rapporto avrebbe dovuto avere con suo padre, un altro scoglio da sormontare è stato il cercare di capire che tipo di padre sarebbe stato Kratos, un uomo che nel corso della sua vita ha falcidiato buona parte del Pantheon di divinità greco, arrivando addirittura a uccidere Ares e a prendere il suo posto sul trono che spetta al Dio della Guerra. Non proprio una persona una persona pacifica e dal carattere mite, per così dire.

Il processo di creazione di questa nuova versione di Kratos, più matura, è stato, dunque, tortuoso, poiché nelle prime versioni del gioco Kratos era un po’ troppo duro con suo figlio Atreus, atteggiamento, questo, accentuato anche dal fatto che Kratos non sia proprio un uomo molto loquace, per cui è abbastanza taciturno anche con il suo giovane figlio.

Quest osservazioni, però, hanno aiutato il team a impostare meglio il nuovo Kratos, i suoi tratti caratteriali e a definire meglio il suo rapporto con Atreus:

Quel feedback ci ha infine condotti al momento magico della rivelazione originale (del gioco, N.d.R.) dell’E3, in cui Kratos sta per sgridare Atreus, ma poi trattiene il fiato. Deve calmarsi, parlare a denti stretti e spiegare ad Atreus cosa ha fatto di sbagliato. Ed è reale; è un momento di verità. Non ci è venuto in mente immediatamente; è nato dallo scontro iniziale con il resto della squadra.

telegra_promo_mangaforever_2