La serie animata di Boruto raggiunge un importante momento nel primo arco narrativo.

Nel corso dell’ultimo episodio della serie animata Boruto: Naruto Next Generations, il 13°, è stato svelato che il colpevole dietro gli incidenti del “Fantasma” che manipolava le persone e le trasformava in folli malvagi, è, incredibilmente, Sumire Shigaraki, ovvero la capoclasse della sezione di Boruto Uzumaki all’Accademia Ninja. La nuova ragazza ha debuttato per la prima volta nella nuova serie del franchise di Naruto.

Sumire Shigaraki, il cui falso nome è stato fino ad ora Sumire Kakei, è figlia di Tanuki Shigaraki, un ex membro della Radice (Squadra Speciale della Foglia) e fervido sostenitore di Danzo Shimura.

Sumire appariva sempre diligente e rispettosa, mentre in realtà celava un mistero malvagio. Ma perchè proprio lei? Il padre, deceduto tra l’altro, ha da sempre coltivato il sogno di vendicare la morte di Danzo (avvenuta alla fine dello scontro con Sasuke Uchiha nel corso del Summit dei 5 Kage, nella seconda serie di Naruto) distruggendo il Villaggio della Foglia con una nuova tecnica proibita, ovvero il Gozu-Tenno.

Il Gozu-Tenno è un tecnica creata attraverso le cellule del Primo Hokage, Hashirama Senju, ed una volta sviluppata al suo culmine viene sigillata nel corpo di una persona, in questo caso Sumire la quale avrebbe dovuto compiere la vendetta per conto del padre che stava morendo. Il Gozu-Tenno all’inizio si manifesta tramite del chakra viola, ma una volta sviluppato si evolve in un vero e proprio mostro che emerge dal corpo della persona che ospita la tecnica.

La bestia è il Nue ed è caratterizzata dalla testa di una scimmia, dal corpo di un cane procione, zampe di una tigre, e coda di un serpente.

Nell’ultimo episodio, Sumire è pienamente cosciente delle sue azioni e vuole distruggere il Villaggio per completare la vendetta che il padre non ha compito. Perciò, la ragazzina evoca la bestia demoniaca e se accumulerà abbastanza chakra dalle persone e dalle tecniche, esploderà come una bomba e distruggerà qualunque cosa (questo era il piano della Radice per vendicare Danzo).

La tecnica di Sumire, Gozu-Tenno, si riconosce con un grande tatuaggio situato sulle spalle del portatore.

https://twitter.com/yan_st_gbf/status/879992544335024128

Per fermare la bestia demoniaca, persino Naruto e Kakashi sono intervenuti, ma il tutto è stato vano. Diversamente, Boruto, grazie al potere del Tenseigan (il suo potere oculare) è riuscito a trasferirla in un’altra dimensione fuori dal Villaggio. Nell’altra dimensione ci sono finiti anche Mitsuki, Sumire e lo stesso Boruto. Come si concluderà la faccenda? Lo scopriremo nei prossimi episodi della serie animata.

La seguente parte della serie animata è tratta dal romanzo omonimo.

Se ve le siete perse, qui potete raggiungere le anticipazioni e i titoli confermati degli episodi di giugno e inizio luglio, ma attenzione agli SPOILER!

Il Villaggio della Foglia è cambiato, si è evoluto e vive in una nuova era pacifica. Con alti grattacieli, grandi monitor computerizzati che trasmettono immagini (televisioni nella precedente generazione), distretti e strade per permettere alle auto di muoversi, il modo di vivere nel mondo dei ninja è cambiato…

Il Leader del Villaggio è il Settimo Hokage. Boruto è il figlio di Naruto Uzumaki, e per diventare un ninja deve frequentare l’accademia ninja. Tuttavia, tutti i coetanei di Boruto provano pregiudizi per lui, in quanto è il figlio del Settimo Hokage. Nonostante ciò, Boruto possiede delle abilità senza precedenti.

BORUTO: Naruto Next Generations è disegnato da Mikie Ikemoto (assistente di Kishimoto durante la serializzazione di NARUTO) e scritto da Ukyo Kodachi (assistente di Kishimoto durante la realizzazione della sceneggiatura del film di “Boruto: Naruto the Movie”) con la supervisione di Masashi Kishimoto il quale si occupa anche di essere l’editor. L’opera si pone come seguito al manga “NARUTO”. Attualmente sono stati pubblicati 13 capitoli, e i primi 11 sono raccolti in 3 volumi.

Due romanzi sono basati sul franchise di Boruto: Naruto Next Generations. Il primo è disponibile in Giappone dal 2 maggio; il secondo, invece, dal 4 luglio.

In Italia il manga arriverà il prossimo ottobre e sarà edito da Planet Manga.

La serie animata omonima, prodotta da Studio Pierrot, è in corso d’opera dal 5 aprile 2017 e attualmente sono stati trasmessi 12 episodi su TV Tokyo.

 

telegra_promo_mangaforever_2