La scalata vero il successo non è stata semplice e diretta per il maestro Kishimoto.

Da lettori possiamo semplicemente considerare che Naruto, il manga scritto e disegnato da Masashi Kishimoto, è stata una delle opere più apprezzate e di maggior successo negli ultimi quindi anni, e che ha macinato sempre più appassionati e fama a livello globale.

Per alcuni Naruto può essere semplicemente una storia che ha portato Kishimoto sull’Olimpo dei manga e che gli ha permesso non solo di gestire economicamente la sua vita attraverso l’opera, ma, grazie al successo, anche di essere rivestito dall’orgoglio di vedere i suoi disegni essere trasposti in serie animate, lungometraggi, videogiochi, romanzi e chi più ne ha più ne metta.

Tuttavia, non bisogna solo considerare il risultato, ma anche le difficoltà, i fallimenti e le incertezze iniziali che Masashi Kishimoto ha dovuto affrontare prima di meritarsi la sua attuale posizione. In altre parole, Masashi Kishimoto ha svelato dove ha trovato ispirazione e stimoli nel creare l’opera che lo identificherà per sempre.

Quando gli è stato chiesto come è riuscito a pensare a Naruto, Kishimoto ha spiegato che prima ha provato (e fallito) tante volte a creare un manga di successo. Ha tentato generi differenti, come il fantascientifico e gli sportivi. Dopo molti fallimenti, Kishimoto era molto deluso, ma il suo editor lo ha spinto a provare ancora una volta. In seguito, fortunatamente ha deciso di darsi un’ennesima possibilità, e ha creato il one-shot di Naruto, il quale poi è diventato il longevo e amato manga che conosciamo. Il mangaka ha lavorato tanto e ha combattuto le difficoltà iniziali che si riscontrano nella creazione di un’opera a fumetti giapponese, e la sua dedizione al disegno e al duro impegno ha dato i frutti meritati.

Fonte: comicbook.com

telegra_promo_mangaforever_2