La notizia è stata diramata nelle scorse ore.

Grazie alla potenza del telescopio spaziale Kepler la NASA ha scoperto ben 219 esopianeti, 10 dei quali potenzialmente abitabili.

Infatti, pare che questi dieci candidati non abbiano soltanto delle dimensioni molto simili a quelle della Terra, ma secondo studi più dettagliati la loro orbita rientrerebbe perfettamente all’interno della “zona abitabile” della loro stella di riferimento.

Con “zona abitabile” si fa riferimento a quella “distanza ideale” fra un pianeta e il suo sole che permetta la presenza (almeno teoricamente) di acqua liquida sulla superficie del pianeta. Troppo lontano dalla zona abitabile le temperature su un pianeta sarebbero troppo rigide. Viceversa, sarebbero troppo estreme.

Il telescopio sta osservando il cielo orientativamente nella settore conosciuto come Costellazione del Cigno. Finora il catalogo degli esopianeti scoperti dalla NASA consta di 4.034 candidati, dei quali 2.355 sono stati ufficialmente verificati.

Se siete interessati, a questo indirizzo (https://exoplanetarchive.ipac.caltech.edu/index.html) è possibile consultare il vasto elenco di esopianeti “scovati” da Kepler.

telegra_promo_mangaforever_2