Giappone: i 30 siti turistici da non perdere

0
L’estate è ormai arrivata. Tempo di riposo, tempo di ricaricare le batterie dopo una piena stagione lavorativa, e soprattutto tempo di vacanze.

Viaggiare in Giappone è un sogno rinchiuso nel cassetto di molti occidentali, ma l’organizzazione di un viaggio in un paese così lontano, diverso dal nostro, e soprattutto variegato dal punto di vista delle attrazioni, può risultare molto difficoltoso.

Se siete ancora indecisi su quali mete visitare, o se vi sentite disarmati dall’incredibile mole di attrazioni turistiche che il Giappone ha da offrire, non sapendo quali scegliere e a quali dare precedenza per il vostro tour, non avete nulla da temere. Il noto sito online Trip Advisor, specializzato nell’assistere i viaggiatori nelle loro vacanze, ha stillato come sempre una lista annuale dei luoghi più belli e impedibili sparsi sul suolo giapponese che un turista non deve assolutamente farsi sfuggire dalla lista. Ognuno di questi trenta luoghi è stato scelto e votato dai turisti oltreoceano, fatto che ha reso questa lista molto ricca e variegata, con attrazioni assai diverse fra loro: dal tempio sperduto in mezzo a un’incantevole e rigogliosa foresta, ai siti di importanza storica a quelli più moderni che accontenteranno anche i turisti che preferiscono rimanere a contatto con la città piuttosto che con la natura incontaminata.

30. Sanjusangen-do – Prefettura di Kyoto

Chiamato anche il “Tempio delle Mille Statue”, il Sanjusangen-do è stato costruito a Kyoto nel quartiere di Higashiyama, nel 1164, in onore di Kannon, dea della compassione. La parola Sanjusan rimanda al numero trentatre, ossia il numero di intervalli fra i pilastri che ne sostengono la struttura architettonica. Lungo centoventi metri, non è di certo il suo spoglio aspetto esteriore ad attirare maggiormente le orde di turisti, bensì il magnifico panorama che lo circonda, ricco di vegetazione che si mostra in tutta la sua bellezza in ogni stagione, e ovviamente l’enorme numero di statue dorate che riempiono il suo interno.

Per vivere un’esperienza più movimentata, potete recarvi al tempio durante il famoso “Festival del tiro con l’arco”, disciplina che richiede pazienza e precisione, e che rappresenta una sorta di rito di passaggio per i giovani ragazzi che si prestano a entrare nell’età adulta.

29. Stazione di Kyoto – Prefettura di Kyoto

Rimanendo sul suolo di Kyoto, è imperativa una visita alla sua famosa stazione dei treni, una delle più grandi e famose di tutto il Giappone, che ospita la altrettanto famosa Torre di Kyoto.

Completata nel 1997, questa stazione si presenta con una struttura e un design molto moderno, inizialmente criticato in quanto potrebbe stonare con l’aspetto più antico della città. Visitare la stazione potrebbe essere, al contrario, un’esperienza da vivere assolutamente proprio se si sente la nostalgia di un’immersione più moderna dopo le innumerevoli visite ai santuari di Kyoto. Nella stazione potrete trovare, oltre ovviamente ai servizi ferroviari, anche un centro commerciale, cinema e hotel. Tutto quello di cui avete bisogno per un pomeriggio al riparo o dal gran caldo estivo o da un’improvvisa pioggia.

28. Lago Kawaguchi – Prefettura di Yamanashi

Fra i cinque grandi laghi che circondano il Monte Fuji, il Lago Kawaguchi è sicuramente il più famoso e il più visitato sia dai giapponesi che dai turisti di tutto il mondo. Lo scenario spettacolare che si affaccia sulla montagna più famosa del Giappone offre un panorama mozzafiato sia durante la primavera, incorniciato dalla classica fioritura di ciliegi, sia durante l’autunno, con i colori degli aceri che si stanno lentamente spogliando. Da non perdere la camminata all’interno del famoso Momiji Tunnel: una galleria naturale formata in autunno dai colori degli aceri.

Oltre alle classiche visite al lago, potrete intrattenervi e divertirvi con lezioni di arrampicata sulle montagne, oppure riposarvi nelle numerose stazioni termali, o ancora visitare i numerosi musei e ovviamente il Parco del Monte Fuji.

telegra_promo_mangaforever_2