Il maestro è anche noto per aver diretto alcuni film di Digimon, oltre ai personali Wolf Children e The Boy and The Beast.

Mamoru Hosoda, regista di acclamati anime film come La Ragazza che Saltava nel Tempo, Summer Wars e Wolf Children, ha rivelato a Variety che il suo prossimo lungometraggio animato si intitolerà Mirai (Futuro) e che verrà completato entro il Maggio del 2018.

Il tema del prossimo lavoro del maestro sarà l’essere fratelli, portando quindi avanti il discorso iniziato con La Ragazza che Saltava nel Tempo (la giovinezza), Summer Wars (la famiglia), Wolf Children (la maternità) e The Boy and the Beast (la paternità).

Mirai segue le vicende di un ragazzino di 4 anni che fa fatica ad accettare l’arrivo della sorellina nella sua famiglia. La quotidianità si tinge di magico grazie a un misterioso giardino nel retro della casa del ragazzino che diventa un portale attraverso il quale egli torna indietro nel tempo e incontra sua madre da ragazzina e il suo bisnonno da giovane. Riuscirà a cambiare la propria prospettiva e diventare un bravo fratello maggiore?

Il maestro Hosoda ha scritto la sceneggiatura da solo e si è ispirato alla propria esperienza personale, tenendo però conto anche delle opinioni e delle esperienze dei produttori. Ha dichiarato che il conflitto del film rispecchia la propria esperienza di vita di figlio maggiore, il quale credeva che il nuovo nato gli portasse via i genitori rendendolo estremamente geloso. Mirai, inoltre, non solo è il nome della sorellina nel film ma anche di sua figlia.

Charades, una nuova compagnia internazionale lanciata da Carole Baraton (ex Wild Bunch), Yohann Comte e Pierre Mazars (ex StudioCanal), si occuperà della vendita all’estero del film a partire dal Festival di Cannes; Nippon TV lo distribuirà in Giappone.

Fonte: ANN

telegra_promo_mangaforever_2