Se Itachi è il vostro personaggio preferito dovete leggere questa storia, ma se siete inclini al pianto, preparate i fazzoletti.

Itachi Uchiha è il personaggio che ha ricevuto più critiche per poi essere follemente amato tra tutti i protagonisti del manga di Masashi Kishimoto, Naruto. Il talentuoso fratello maggiore di Sasuke, durante i suoi primi anni di gioventù, accolse l’ardua scelta di sterminare il suo intero Clan al fine di proteggere il Villaggio della Foglia, e per evitare che il Clan Uchiha non mettesse in atto il colpo di Stato dopo le tante restrizioni subite sempre dai piani alti del Paese del Fuoco. Il ragazzo scelse di commettere un massacro su tutti i suoi cari, sui suoi amici, conoscenti, genitori, ma non riuscì ad eliminare il suo caro fratellino Sasuke. Infatti, dal momento che Danzo voleva tanto lo sterminio degli Uchiha, Itachi impose il compromesso di lasciare in vita Sasuke e di garantirgli istruzione e sostentamento dal momento che sarà solo.

Dopo la distruzione del Clan, Itachi fu bollato come traditore del Villaggio della Foglia, e si affiliò all’Organizzazione Alba. Tuttavia, dopo la morte dell’Uchiha, Kishimoto rivelò che Itachi ha sempre voluto proteggere i suoi cari, nonostante non rivelasse questi sentimenti, e che è stato spinto dal Villaggio della Foglia a commettere tali scelte. Dopo questa rivelazione, gli appassionati hanno scoperto il profondo lato umano e gentile del ninja, e questo ha capovolto le sorti sulla sua considerazione. Accettando l’odio al posto dell’amore e la maledizione al posto della benevolenza, è stato costretto a vivere nel buio con una misera esistenza. Il personaggio è attualmente uno dei più amati per la sua grande umanità.

Questa è in sintesi la storia di Itachi che Masashi Kishimoto ha raccontato nel manga. Ma c’è qualcosa di più che, probabilmente, ancora non conoscete a proposito della sua eroica vita, prima di allearsi con l’Organizzazione Alba. Questa storia non ha nulla a che vedere con missioni, promozioni di rango, tecniche ninja e quant’altro, ma ha a che fare con l’unica storia d’amore, dal taglio molto tragico, che legava Itachi Uchiha ad una ragazza di nome Izumi Uchiha. Quest’ultima sarebbe dovuta diventare la moglie di Itachi, ma la notte dello sterminio, Itachi fu amaramente costretto ad assassinarla e a compiere, di certo non a cuor leggero, il suo compito.

Questo aneddoto è raccontato nel romanzo canonico (legato al manga) scritto dopo la fine di Naruto, intitolato “Naruto – La Vera Leggenda di Itachi: il Capitolo della Luce Chiara“, scritto da Takashi Yano ed illustrato da Masashi Kishimoto. In particolare, Izumi Uchiha si invaghisce di Itachi dopo che quest’ultima fu salvata da lui dall’attacco della Volpe a Nove Code (la notte in cui la Volpe fu sigillata in Naruto dal Quarto Hokage). Izumi nasce da madre Uchiha, ma il padre non faceva parte del clan quindi è costretta ed essere un’emarginata. Nel frattempo, dopo l’incidente, i due ragazzi diventano intimi grazie ai giorni insieme all’Accademia Ninja e, anche se c’è il dubbio se il giovane Uchiha corrispondesse l’amore per la ragazza, Itachi fa chiarezza sui suoi sentimenti nel momento dello sterminio del clan.

Infatti, secondo il romanzo, Itachi comincia il massacro proprio dalla ragazza e dalla madre di lei così da risolvere questo dubbio. Dopo averla portata fuori di casa, Itachi uccide la ragazza e poco dopo la intrappola nell’arte illusoria dello Tsukuyomi. Il ninja realizza l’amore che provava per lei e, per evitare che questa morte fosse dolorosa per entrambi, Itachi ricorre alla tecnica illusoria per permettere ad Izumi, prima di morire, di vedere come sarebbero state le loro vite insieme in futuro.

Nell’illusione, Izumi diviene Chunin e si sposa con Itachi dopo essersi ritirata dalla carriera ninja. I due Uchiha hanno due bambini, e Izumi vive sino ad 80 anni, con Itachi, prima di morire di vecchiaia. Izumi è stata in grado di vedere integralmente questo immenso futuro attraverso lo Tsukuyomi, ma nel mondo reale passano una manciata di secondi.

Infine, tragicamente, una volta che Izumi torna alla realtà, Itachi la tiene stretta tra le sue braccia, lei muore e la ringrazia per averlo amato davvero tanto.

A tutti i fan che non sono in grado di trattenere le emozioni, adesso staranno piangendo di nuovo per la vita di Itachi, ma ora avranno un nuovo motivo, ovvero la sua storia d’amore che non ha avuto modo di sbocciare come avrebbe meritato. La vita di Itachi è stata ricca di sacrifici e oscurità, e per molti anni abbiamo pensato che il motivo fosse legato solo al tradimento e a Sasuke, ma sicuramente il grande Uchiha non ha mai scordato la sua unica amata.

Precisiamo che in Italia il romanzo canonico di Itachi è inedito.

Fonte: comicbook.com

 

telegra_promo_mangaforever_2