Tredici: Katherine Langford e Selena Gomez parlano della serie e di una possibile seconda stagione

Pubblicato il 10 Aprile 2017 alle 19:25

Tredici è disponibile su Netflix dal 31 marzo

Tredici, la nuova serie originale di Netflix, creata da Brian Yorkey e basata sul romanzo di Jay Asher, esplora i traumi dei teenagers al giorno d’oggi. La storia è raccontata dal punto di vista di Hannah Baker (Katherine Langford) e Clay Jensen (Dylan Minnette), e la serie analizza i motivi per cui Hannah ha deciso di suicidarsi, raccontati in tredici audiocassette.

Raccontando la storia, la serie prende in esame argomenti forti ed attuali come il bullismo, le minacce, le malattie mentali, lo stupro e il suicidio. Selena Gomez doveva interpretare il ruolo di Hannah, ma vista l’importanza del progetto ha deciso di restare dietro le quinte, motivando la scelta così: “per poter permettere a chiunque di immedesimarsi in questa vicenda”.

In un’intervista a THR, la Gomez e Katherine Langford, l’attrice che interpreta Hannah nello show hanno parlato della serie. Selena ha rivelato quanto è stato complesso adattare il romanzo sullo schermo:

“È sempre difficile trattare un libro, soprattutto a causa dell’alta considerazione che ha da parte dei fan, quindi all’inizio ero spaventata. Mia madre, la produttrice Mandy Teefey, e io abbiamo rassicurato l’autrice che ci saremmo impegnate a fondo, a costo di metterci anni, per portarlo sullo schermo nel modo giusto.”

Katherine Langford, ha dichiarato invece quanto l’opera di Jay Asher sia stata importante:

“Il romanzo ha una fan base così enorme che Jay Asher ha lavorato con noi per essere sicura che lo show fosse aderente al libro. C’è qualche aggiunta, ad esempio sul mondo in cui Hannah Baker viveva, e vediamo anche altre cose che le accadono, a prescindere dalla sua relazione con Clay. Nello show trattiamo tanti argomenti personali che sono importanti per le persone di questi tempi. Parlandone, spero si possano approfondire i motivi di certe dinamiche, dove anche la più piccola cosa può ferire o segnare qualcuno senza che ce ne accorgiamo.”

Sempre la Langford ha inoltre parlato delle scene traumatiche da lei girate inclusa quella finale del suicidio:

“Girare le scene più dure è stato difficile, fisicamente e mentalmente, ma volevo assolutamente rendere giustizia al personaggio. Io non ho mai fatto nessuno show prima, e ho trovato molte difficoltà a girare gli episodi 12 e 13. Sono stati complessi perché ci sono situazioni che sono così intense e così dolorose che è difficile anche solo pensarci. C’è stata molta preparazione delle scene per fare in modo di girare tutto in maniera sicura e per farmi sentire a mio agio nonostante tutto.”

“Volevamo che fosse una scena realistica. È una cosa importante, è un argomento che è maltrattato negli show televisivi più popolari tra i giovani, io stavo interpretando Hannah da sei mesi quando ho dovuto girare la scena e ho capito che non era solamente la sua storia. Era quella di tantissime persone che ci avrebbero guardato. La scena è dura ed è forse spiacevole da vedere, ma avevamo bisogno di mostrare la verità. Lasciarla andare è stato difficile, perché non era solo un personaggio ma una vera e propria rappresentazione di tantissime persone nel mondo.”

Infine Selena Gomez ha parlato della possibilità di girare altre stagioni:

“Non sappiamo ancora se andremo avanti, ma ci sono tantissime storie che si nascondono dietro ogni personaggio. Ecco perché abbiamo deciso di fare uno show tv. Vedremo.”

Articoli Correlati

“Non vedo l’ora di mostrare a tutti voi quel che abbiamo preparato…”, ha scritto il cineasta, allegando...

24/11/2021 •

17:00

Il film d’animazione DC League of Super-Pets di Jared Stern debutterà anche in Italia solo al cinema dal 18 Maggio 2022....

24/11/2021 •

16:10

Fin dal sorprendente trailer appariva chiaro cosa Kevin Feige e i suoi Marvel Studios avessero in mente per Hawkeye, la nuova...

24/11/2021 •

15:55