Thank you Taker.

WrestleMania 33 è ormai passato agli archivi. Tante ore di spettacolo e tanti match si sono susseguiti e il mondo ha sperimentato, ancora una volta, il perchè è l’evento più importante della WWE. Colpi di scena, ritorni, vittorie, sconfitte, persino proposte di matrimonio… e purtroppo anche ritiri.

Nel main event del lunghissimo evento, Roman Reigns e The Undertaker si sono sfidati in un “no holds barred match”, ovvero in un match in cui non c’è alcuna squalifica e l’unico modo per battere l’avversario è via schienamento o sottomissione. Il count out non è contemplato.

Roman Reigns si è aggiudicato il match dichiarandosi così, il nuovo “Big Dog”, ma il vero WrestleMania Moment che ha colpito i sentimenti di tutte le persone è stato uno solo: a fine match The Undertaker si è tolto i guanti, il suo lungo cappotto, e il cappello, e li ha poggiati al centro del ring a dichiarare al mondo il suo ritiro dal wrestling lottato.

Il samoano, sotto i fischi del pubblico, ha celebrato la sua vittoria al centro della rampa, ma poco dopo ha lasciato tutto lo spazio, almeno per 10 minuti, al leggendario Deadman. Più di 75000 spettatori hanno testimoniato il ritiro di un dei wrestler che nessun saprà imitare, e neanche inventare. Gli ultimi 10 minuti di WrestleMania si sono svolti sotto l’epica colonna sonora dell’entrata di The Undertaker, con quest’ultimo che lasciava il ring e la folla che gridava a squarciagola: “Thank You Taker”.

La fine di un’era, la fine dell’incarnazione stessa del wrestling, la fine del più grande performer mai apparso sul un ring WWE. Un grande eroe la cui personalità e imprese non saranno mai dimenticate.

Sarai presto un Hall of Famer. Thank you Taker.

telegra_promo_mangaforever_2