Star Comics inaugura la sua collana dedicata ai fumetti coreani, presentando al pubblico italiano “Aflame Inferno”, manhwa d’azione firmato da Lim Dall-Young e Kim Kwang-Hyun.

AFLAME INFERNO VOL. 1

Autore: Lim Dall-Young (storia), Kim Kwang-Hyun (disegni)

Editore: Star Comics

Provenienza: Corea

Prezzo: € 5,50

Kang Shichan è il numero uno della sua scuola, intelligente, affascinante, sempre circondato da belle ragazze e per questo arrogante e pieno di sé.  Proprio dopo i festeggiamenti per il suo ennesimo successo scolastico, il ragazzo viene coinvolto in uno scontro tra spiriti infernali, riportando lesioni mortali.

In punto di morte, uno dei due demoni si impossessa del corpo di Shichan con il suo consenso, fondendosi con lui per sconfiggere il suo avversario. Terminata la battaglia, al protagonista non resta che fare i conti con l’entità celata nel suo corpo: Inferno, sovrano dell’est, spietato demone di grande potenza, che ha fatto voto di non uccidere più umani, e per questo è braccato dai suoi simili.

Difficile convivere con un ospite del genere e gestirne il potere, ma ancor più difficile è sfuggire ai suoi inseguitori, tanto più che Gehenna, la sovrana dell’ovest, regina della distruzione, si è assimilata all’introversa Shin Chaehee per compiere la sua vendetta…

Star Comics inaugura la sua collana dedicata ai fumetti coreani con “Aflame Inferno”, manhwa d’azione che porta la duplice firma di Lim Dall-Young ai testi e Kim Kwang-Hyun alle matite.

Con tratto netto e pulito, i disegni di Kwan-Hyun rispecchiano la proverbiale attenzione che i disegnatori coreani pongono solitamente nelle loro opere, con riferimento sia alla rappresentazione dei personaggi che alle scenografie, sempre molto curate nei dettagli, ma senza che risultino appesantite. Nel complesso tuttavia il character design non presenta particolari spunti di originalità, scadendo negli stereotipi di genere, per un look che in generale non risulta di impatto, per quanto piacevole e ben realizzato.

Ad ogni modo le tavole sono dinamiche e ben costruite, e quindi scorrono senza problemi grazie a vignette di ampio respiro e dalla retinatura mai troppo esagerata. La regia si sposa bene con le atmosfere della storia, assecondando il ritmo sostenuto delle vicende.

Sul piano narrativo Dall-Young ha costruito un intreccio ben funzionante, in grado di avviare subito la trama, dando vita a un titolo d’azione dai toni soprannaturali con sfumature ecchi che in generale risulta gradevole e scorrevole. Anche in questo caso, tuttavia, manca quell’originalità che potrebbe far fare alla storia il salto di qualità, per un’opera che almeno in questo primo volume nulla dice di nuovo, dovendosi peraltro confrontare con il più vasto panorama manga, che può contare su titoli simili e decisamente più frizzanti.

L’edizione italiana proposta da Star Comics presenta una confezione  che appare più curata rispetto a quella della maggior parte degli omologhi giapponesi, per un volume di grande formato (13×18), con sovraccoperta e pagine a colori su carta standard. Apprezzato l’inserimento dei bozzetti preparatori dei personaggi in appendice. Il senso di lettura è in questo caso occidentale. Nel complesso, l’albo presenta un rapporto qualità-prezzo proporzionato, tenuto conto anche che si tratta di un’opera destinata alle sole fumetterie.

Nel complesso, dunque, “Aflame Inferno” si rivela un titolo piacevole, tutto sommato nella media, per una lettura apprezzabile dal punto di vista grafico e ben scritta nell’insieme. Consigliato agli amanti del genere.

VOTO: 7

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

  1. Solo due piccole annotazioni: i cognomi degli autori sono Lim e Kim, Dall-Young e Kwang-Hyun invece i nomi propri, e sarabbe bene tenerne conto nel riferirsi a loro. Per quanto riguarda il senso di lettura, è naturalmente “occidentale”, visto che in Corea si impagina da sinistra a destra.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui