In “Notturni” le ambientazioni sono quelle noir di Tre toni di nero, lo stile quello inconfondibile del primo Vilella, fatto di neri densi e luci intense di rimando. I volti tendono al grottesco, trasfigurati nella tensione erotica come in un dipinto di Egon Schiele o in una tavola dell’argentino José Munoz, secondo un percorso autoriale che prende le mosse dal Commissario Grimaldi, iniziato su “Eureka” e proseguito su “Frigidaire”. L’erotismo qui più che il tema conduttore è la chiave di lettura indispensabile per accedere al significato, per riallacciare i due estremi di una comunicazione. Il sesso e la morte sono momenti unici e isolati di comunicazione autentica, come per il pensatore francese Georges Bataille. Sesso e violenza sono gli ingredienti di Andante spiantato, dove la violenza che si riversa fra le lenzuola è una malattia sociale, che vive di isolamento e discriminazione. Nella romantica e sensuale Autunnale l’ostinazione di un uomo innamorato deve fare i conti con i capricci del corpo che divergono dai capricci del cuore. In Hiver la gelosia mescola e confonde tragicamente passioni e sentimenti. Grottesco e surreale Mia madre non mi capisce, dove la convivenza con la madre prostituta conduce il figlio lungo i binari assolati della pazzia. Ne L’imbecille i toni si rilassano per raccontare di due intimità in competizione: quella di due amanti e quella più dolce di una donna incinta col proprio bambino. In Passaggi presente e passato, sogno e desiderio sembrano mescolarsi per erigere una gabbia di cristallo o solo una bolla di sapone da cui non è possibile guardare fuori. L’apparenza vuole una coppia sposata reggere un gioco di bugie e tradimenti pur di conservare una stabilità di facciata.

Sebastiano Vilella esordisce con il Commissario Grimaldi, sulle pagine di “Eureka”, per proseguire poi con “Reporter”, “Frigidaire”, “Tempi supplementari”, (per cui realizza il personaggio del Miticoperaio), “Mostri”, la casa editrice Universo (“ESP” e “Intrepido”) e “Blue”, per cui realizza il lungo ciclo Notturni. Da oltre trent’anni all’attività di fumettista che lo ha reso celebre in Italia e all’estero affianca anche quella di illustratore e pittore. Le sue opere sono tutte ristampate in volume e distribuite nel nostro paese da editori come Black Velvet, Nicola Pesce edizioni, Q Press, Coconino Press. Nel 2009, per Coconino Press, ha pubblicato quello che viene considerato il suo capolavoro: Interno metafisico con biscotti, intrigante e visionaria graphic novel ispirata alla vicenda biografica del pittore Giorgio De Chirico, che lo ha consacrato come uno dei maestri indiscussi del fumetto d’autore italiano.

NOTTURNI
di Sebastiano Vilella
21×29, 96 pagine brossurato cucito, b/n
€ 12,90

2011 Edizioni Voilier, collana Idolo
telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui