Stando al question time del’11 agosto pubblicato sulla pagina facebook di GP Publishing, sembrerebbe che l’editore modenese si sia assicurato i diritti per pubblicare nel nostro Paese “Usagi Drop”, delicato josei firmato da Yumi Unita.

GP non ha al momento formalizzato alcuna conferma ufficiale in merito, limitandosi alla fin troppo esplicita risposta fornita sul social network, che non ha mancato di suscitare sì entusiasmo tra i numerosi fan che attendono l’arrivo di quest’opera in Italia, ma anche numerosi dubbi circa l’effettiva serietà dell’affermazione rilasciata dalla casa editrice in una sede informale come è da sempre lo spazio dedicato alle domande dei lettori.

Di certo c’è l’attenzione che GP sta dimostrando recentemente per titoli più maturi e d’autore rispetto a quelli con cui ha inaugurato il suo catalogo nel momento dell’esordio sul mercato nazionale. Un’evoluzione della linea editoriale che fa ben sperare sulla fondatezza di questa indiscrezione.

“Usagi Drop” segue le vicende del trentenne Daikichi, tornato a casa per il funerale del nonno, dove scopre che l’uomo ha lasciato una figlia, Rin, avuta da una relazione con una donna molto più giovane di lui. Di fronte all’imbarazzo e all’indifferenza della famiglia, Daikichi decide di farsi carico della piccola, trovandosi a fare i conti con le difficoltà di crescere un bambino e a riscoprirsi capace di aprirsi al mondo.

Il successo del fumetto ha portato recentemente anche alla realizzazione di un live action e alla trasposizione in una serie animata che ha debuttato sugli schermi giapponesi lo scorso luglio.   

Il manga è pubblicato in Giappone da Shodensha, che ha rilasciato tutti e nove i volumi di cui si compone la serie, originariamente ospitata sulle pagine di Feel Young, su cui è stata pubblicata dall’ottobre 2005 fino alla conclusione, giunta lo scorso aprile. In Italia Yumi Unita è conosciuta per la sua precedente opera autoconclusiva, proposta da Kappa Edizioni con il titolo “Guardami”.  

telegra_promo_mangaforever_2

13 Commenti

  1. lo spero davvero, l’anime subbato in ita mi è piaciuto moltissimo, però pur conoscendo la storia vogli a tutti i costi leggere il manga.
    la trovo una storia stupenda e merita d’esser letta secondo me.

    • Anche secondo me è una storia molto bella e delicata che va letta, almeno i primi quattro volumi che sono quelli trasposti in animazioni in maniera molto fedele. Poi il manga prosegue oltre l’anime ma non ho ancora letto quella parte ^^

  2. che l’anime lasciasse un po con l’amaro in bocca visto come finiva ci poteva stare e mi è piaciuto, ma sapere che il manga con i suoi 9 volumi con la storia va oltre i 14 episodi della serie animata mi suona alquanto strano, però se fosse vero è ancor più nel mio interesse leggere il manga.

  3. ti dirò che fino ad oggi di manga che contenessero più di 2 episodi della serie animata ne ho visti ben pochi, e se un manga tende a racontare in un solo volume più dell’equivalente di 2 episodi tv vuol dire che è veramente scritto all’acqua di rose, e questo, per usagi drop non deve accadere, non renderebbe minimamente l’idea iniziale dell’anime.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui