Lo sceneggiatore premio Oscar è morto mercoledì a seguito di un mieloma multiplo.

William Peter Blatty, romanziere e premio Oscar per la sceneggiatura de L’Esorcista, è morto all’età di 89 anni. La notizia è stata annunciata dall’amico, il regista de L’Esorcista, William Friedkin.

La vedova di Blatty, Julie Alicia Blatty, ha detto a The Associated Press che è morto mercoledì a seguito di un mieloma multiplo, una forma di cancro al sangue, all’ospedale di Bethesda, nel Maryland.

Nato a New York da genitori libanesi, Blatty ha frequentato un liceo gesuita a Brooklyn e studiato alla Georgetown University e alla George Washington University, prima di trasferirsi a Los Angeles. Stando all’Hollywood Reporter, il successo è arrivato nel 1961 partecipando al programma di quiz show You Bet Your Life presentato dall’attore comico Groucho Marx in cui vinse ben $10,000, che gli permise di lanciare la sua carriera da scrittore.

A Hollywood, Blatty ha iniziato come scrittore comico, con registi come Blake Edwards nel film del 1964 sulla Pantera Rosa, Uno sparo nel buio. Ha, in seguito, scritto una dozzina di commedie e romanzi, come il best-seller del 1971, L’Esorcista, che ha adattato lui stesso per il grande schermo nel 1973.

Dopo un deludente sequel, Blatty tornò a scrivere e dirigere il terzo capitolo, L’Esorcista III, nel 1990, basato sul suo romanzo Legion. Una serie TV basata su L’Esorcista ha debuttato nel 2016.

Nonostante il pubblico lo riconosceva come sceneggiatore di film horror, l’etichetta non lo metteva a suo agio, come rivelato dall’amico Friedkin nell’articolo dell’Hollywood Reporter del 2013: “Nel corso degli anni, capisco che il pubblico lo consideri un film horror, nell’immaginario comune è quello il suo posto ma, per me e Blatty, non lo è mai stato.”

(via Comic Book Resources)

telegra_promo_mangaforever_2