Torna nelle fumetterie americane una nuova serie dedicata all’agente segreto per eccellenza dell’universo Marvel. O forse no?

Quando parliamo di Nick Fury noi lettori di vecchia data pensiamo subito al tizio con la benda sull’occhio, i capelli bianchi sulle tempie e intento a fumare un sigaro tra una cospirazione e l’altra; ma chi invece si è avvicinato agli eroi Marvel dopo aver visto i film pensa subito a Samuel L. Jackson. Con la benda sull’occhio.

In effetti Samuel L. Jackson è stata la fonte d’ispirazione dichiarata per la caratterizzazione fisica del Fury dell’universo Ultimate, ormai scomparso dopo gli eventi di Secret Wars lo scorso anno. Ma in casa Marvel già nel 2012 si erano mossi per rinfrescare la figura di Nick Fury anche su Terra-616, quella delle classiche storie che leggiamo ogni mese in edicola e fumetteria, introducendo Nick Fury Jr. – in vesione Samuel L. Jackson – come figlio segreto dell’originale Nick Fury (l’unico e solo, per quanto mi riguardi, con lode a Jim Steranko e alle sue psichedeliche matite). Il tutto avvenne subito dopo Fear Itself nel corso della miniserie pubblicata in Italia da Panini Comics su Fear Itself: I temerari.

Ora pare che i tempi siano maturi per dare maggiore spazio a questo nuovo Fury, che nel frattempo si è liberato dell’appellativo di “junior” ed è diventato a tutti gli effetti un agente dello S.H.I.E.L.D. (Strategic Homeland… ma che ve lo dico a fare? Tanto lo cambiano di continuo!). E sarà nientemeno che James Robinson (Starman, Squadron Supreme) a scrivere la serie, accompagnato dalle matite di ACO (Midnighter and Apollo).

Il tutto parte dalla domanda che Robinson fece all’editor Mark Paniccia circa il perché non avessero ancora fatto una serie incentrata sul giovane Nick Fury, apparso solo all’interno di altre storie e miniserie. In tutta risposta ecco Robinson al lavoro su questa nuova testata che, almeno inizialmente, si strutturerà in storie autoconclusive per almeno i primi sei numeri, dove troveremo Nick Fury competere con tutte le sue abilità con Frankie Noble, agente dell’Hydra.

Circa il coinvolgimento dell’originale Fury nella storia, lo scrittore he dichiarato che non è prevista al momento, sebbene ci saranno riferimenti a lui e all’ombra che continua a gettare sul figlio.

Per quanto riguarda invece il comparto grafico, ACO sembra che utilizzerà come suoi riferimenti Jack Kirby e Jim Steranko e le loro psichedeliche illustrazioni che ben hanno caratterizzato personaggio e ambientazioni durante il periodo di maggior popolarità delle spy story, nel bel mezzo della Guerra Fredda.

A seguire una breve anteprima della prima uscita.

Fonte: CBR.

telegra_promo_mangaforever_2