6. SPIDER-MAN di Stan Lee e Steve Ditko.

Basterebbe già un solo e semplice motivo per giustificare la presenza di questo team creativo all’interno della classifica: Stan Lee e Steve Ditko hanno creato Spider-Man. Ma sarebbe come fare un torto alla potenza narrativa delle loro idee e alla miriade di personaggi straordinari che hanno tirato fuori dal cappello nel corso di 41 storie distribuite tra Amazing Fantasy #15 (storia di esordio di Spider-Man), The Amazing Spider-Man e almeno due annual.

Con Spider-Man i due autori portarono il motto “supereroi con super problemi”, coniato da Lee coi Fantastici Quattro, a un altro livello, tanto che una storia con lieto fine diventava quasi uno shock per i lettori. I traumi continui attraverso cui Peter Parker passava non avevano l’effetto di far apparire il personaggio come un miserabile, ma bensì di farlo percepire come un modello di perseveranza, un uomo, anzi un ragazzo che trovava la forza di andare avanti nonostante le difficoltà apparentemente insormontabili che gli si paravano davanti.

La creatività grafica di Ditko (autore tra l’altro delle trame, di cui Lee scriveva i dialoghi) ci ha inoltre regalato l’inconfondibile design del protagonista, dove il rosso e il blu continuano a farla da padrone nonostante decenni di artisti che ne hanno reinterpretato la visione, così come accade per gli antagonisti come Mysterio, Elektro o l’Avvoltoio, che nonostante i continui restyling grafici continuano poi a tornare all’originale design di Ditko.

E sempre alla potenza rappresentativa di Ditko va il merito di averci regalato sequenze memorabili pregne di pathos e dramma, dove le peggiori delle situazioni che tirava fuori assieme a Lee erano occasione di riscatto e rinascita per il personaggio, che venivano immortalate in immagini cariche di espressività come quella che trovate qui di seguito, tratta da The Amazing Spider-Man #33.