1. X-MEN di Chris Claremont, John Byrne e Terry Austin.

X-Men era una testata morta. Letteralmente. Chiusa. Poi però a qualcuno venne in testa la pensata di tirar fuori un certo Giant-Size X-Men #1 nel maggio del 1975. Geniale!

Poi qualcuno decise che la serie regolare a seguire sarebbe stata scritta da un certo Chris Claremont. Genialissimo!

Dopo alcune uscite disegnate da Dave Cockrum, qualcun altro optò perché alle matite ci finisse il signor John Byrne, con chine di Terry Austin. Ecco, a questo punto di vorrebbe un superlativo ancora più assoluto di “genialissimo”, perché da quel momento in poi la storia dei comics è cambiata!

Con l’introduzione del Club Infernale gli autori iniziarono a spianare la strada a quella pietra miliare che sarebbe stata la Saga di Fenice Nera, con una Jean Grey impegnata a seguire una trama tutta sua e con piani secondo i quali Wolverine sarebbe stato fatto fuori, all’occorrenza.

Ma con Byrne alle matite Wolverine divenne uno dei personaggi più popolari in assoluto proprio durante la saga del Club Infernale, grazie forse a una delle tavole più emblematiche della storia dei comics.

E poi giunse Fenice Nera, che con la sua controversa sequenza finale gettò Uncanny X-Men ai vertici delle classifiche di vendita americane per molti anni a venire.

Ma Claremont, Byrne e Austin avevano ancora molto da dire e lo fecero con un altro capolavoro come Giorni Di Un Futuro Passato, dove una Kitty Pride ormai adulta viaggiava indietro nel tempo per prevenire l’avverarsi di un futuro in cui i robot sterminatori noti come Sentinelle avevano decimato il genere mutante.

Poi successe che Byrne lasciò la testata per dedicarsi ai Fantastici Quattro (dove anche fece faville) ma fortunatamente Claremont restò alle redini degli X-Men per almeno un altro decennio, regalandoci trame a cui gli scrittori che gli succedettero poterono attingere per almeno un’altra decade di grandi storie.

telegram_promo_mangaforever_2

E con questo si conclude la nostra classifica. Voi cosa ne pensate, c’è qualche posizione immeritata o forse qualche grande escluso che invece avrebbe meritato un posto fra i primi 10 cicli narrativi più importanti della storia dei comics? Commentate!

Fonte: CBR 1 e 2.